15 Dicembre 2019

Per un Manifesto del microcredito

image_pdfimage_print

Dal oltre all’assemblea dei soci del Fondo alle ore 17.30, fin dalla mattina dalle 11 al Centro Sociale Il Pozzo ci sarà un incontro tra tutte le MAG – mutue autogestite. Si tratta di incontri periodici di condivisione e scambio che a girare si svolgono nelle varie città dove ha sede una MAG. Il 14 tocca a Firenze, e quindi è un’occasione importante per poter partecipare, curiosare e capire come funzionano queste esperienze finanziarie fondate su un’idea del tutto “alternativa” del denaro.
————————

In occasione della VI Festa del Microcredito, organizzata ad ottobre, abbiamo iniziato, insieme ad altre esperienze, un lavoro di riflessione e analisi sul microcredito di prossimità. L’obiettivo finale dovrebbe essere quello di scrivere, possibilmente insieme a tutte le realtà presenti sul territorio fiorentino e nazionale che praticano o vorrebbero praticare il microcredito di prossimità, un manifesto nel quale possano emergere le caratteristiche fondamentali che diversificano le nostre esperienze dalle altre realtà finanziarie. Il lavoro è iniziato nel corso della VI Festa del Microcredito l’11 ottobre 2014. In quell’incontro, al quale erano presenti 10 realtà di microcredito e circa 90 persone, abbiamo affrontato e riflettuto su due parole che danno senso a ciò che facciamo: perché abbiamo scelto di fare microcredito? cosa intendiamo per prossimità, con chi si relaziona la realtà di microcredito?

Alla prima domanda abbiamo risposto individuando alcune parole chiave raggruppate in due ambiti principali che interessano una dimensione personale (rapporto con l’altro) e una dimensione politica (rapporto con il denaro e con le banche).

Rapporto con l’altro: solidarietà, raggiungere le fasce più fragili, responsabilità, fiducia, superare l’individualismo, dare valore delle persone, opportunità, essere dalla stessa parte, amore, essere un riferimento, atto di giustizia sociale, restituire ciò che non è mio, restituire a chi ne ha bisogno, accompagnare, autonomia della persona, crescita della persona.

Rapporto con il denaro e con le banche: approccio diverso al denaro, denaro come strumento, coerenza, uso alternativo del denaro, far circolare il denaro, obiezione bancaria, trovare alternative al sistema bancario.

Allo stesso modo, sono state individuate alcune parole chiave che sono rappresentative delle risposte alla seconda domanda: ambito territoriale ristretto, territorio di riferimento, presenza di una comunità, impegno diffuso, possibilità di conoscersi, tessuto di relazioni, prossimità relazionale, rapporti di fiducia, condivisione di intenti, comune sentire, essere dalla stessa parte, rapporto paritario, giustizia sociale, sapere che il problema dell’altro deve diventare il mio problema, reciprocità, l’avvicinarsi, il tendere verso, accompagnamento della relazione, accompagnamento della persona, avere cura, sensibilità, solidarietà, compassione, realizzazione concreta dell’idealità, non giudicare.

Successivamente, un gruppetto di soci si è incontrato altre due volte per dare seguito al lavoro collettivo e iniziare a riflettere autonomamente su quelli che riteniamo i principi fondamentali che delineano la nostra attività di microcredito. In un primo momento abbiamo individuato, tra tutte le parole dette, alcune “parole fondamentali”, ovvero quelle segnalate dalla maggior parte di noi come esplicative di principi imprescindibili, e “parole integrabili”, ovvero quelle parole che potrebbero comunque essere inserite nel manifesto a sostegno di quelle fondamentali.

La dimensione personale del microcredito vede come parole fondamentali i concetti di responsabilità, giustizia sociale e autodeterminazione; quella politica l’autogestione, l’obiezione bancaria, considerare il denaro come strumento e il superamento dell’individualismo.

Nel concetto di prossimità riteniamo invece che assuma particolare importanza la territorialità, la relazione, la reciprocità, un impegno diffuso e l’essere dalla stessa parte. In un secondo momento, abbiamo provato a dare un significato alle parole fondamentali individuate cercando di spiegare perché e come quella parola è importante per l’attività di microcredito.

Ne sono scaturite alcune brevi spiegazioni che comprendono anche molte delle parole che avevamo individuato come integrabili. Questo lavoro sarà proposto nel corso dell’assemblea per condividerlo e integrarlo con l’esperienza e il sentire di ognuno di noi.

Fondo Etico e Sociale delle Piagge – Via Lombardia, 1/p – 50145 Firenze – Tel. 055 373737
http://fondoetico.blogspot.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *