Il corpo delle donne: nuovo attacco di Striscia a Lorella Zanardo

Dopo un incontro alla Libreria delle donne di Milano, Lorella Zanardo, l’autrice del documentario “Il corpo delle donne“, ieri è stata praticamente aggredita da una troupe di Striscia la notizia.

Non è che l’ultimo di una serie di attacchi sferrati da Striscia ai danni di coloro che denunciano l’immagine femminile propagata da molta tv e nelle pubblicità. «Striscia ha dimenticato che la satira deve avere per bersaglio i potenti di turno, non chi li denuncia», si legge nel comunicato con cui oggi perUnaltracittà esprime solidarietà alla Zanardo.

«C’è stato prima il documentario “Il Corpo delle donne 2”, realizzato da Striscia la notizia sul modello dell’ormai celebre documentario della Zanardo, usando le sue immagine e imitando la sua voce per screditarla; a questo – prosegue il comunicato – è seguita l’intimidazione a Barbie Nadeau, giornalista di Newsweek che aveva realizzato un’inchiesta sull’immagine sessista proposta da Mediaset e si è ritrovata i poliziotti in casa dopo una denuncia da parte di Striscia la notizia. Non di mentichiamoci poi dell’attacco in diretta tv da parte di Michelle Hunziker, conduttrice della trasmissione ai danni di Loredana Lipperini, definita “giornalista mistificatrice”».

A quanto pare, questo documentario fatto in casa con pochi mezzi ha toccato un nervo scoperto. Ciò che fa paura probabilmente è la reazione delle donne, e degli uomini migliori, che non accettano di vedere ridotte le persone a oggetti decorativi, stimoli per gli acquisti, armi di distrazione di massa.

Vi invitiamo quindi a leggere nel blog di Lorella Zanardo il resoconto dell’agguato subito, a guardare e diffondere il video de “Il corpo delle donne“, e magari anche a leggere il ibro omonimo.
Alla faccia di Mediaset e di Antonio Ricci.