Dopo il raid alle Piagge, nasce la Campagna antifascista verso il 25 aprile

antifascista_300x100Tante iniziative antifasciste da realizzare fino al 25 aprile in tutta Firenze. E’ questa la decisione presa dall’assemblea antifascista che si autoconvocata alle Piagge per esprimere solidarietà alla Comunità che ha sede presso il centro sociale Il Pozzo, dopo l’intrusione fascista della scorsa settimana che ha danneggiato i locali e che è stata firmata con un manganello con sopra scritto ‘Dux Mussolini’.

assemblea-antifascista
Un momento dell'assemblea antifascista

Le circa 150 persone intervenute all’assemblea (dalla chiesa evangelica valdese al coordinamento antimafia, dai centri sociali Cpa e nEXt-Emerson ai ‘finanzieri etici’ di Mag Firenze, dagli umanisti ai nonviolenti, dal Movimento lotta per la casa ai partiti della sinistra e alla lista Per Unaltracittà) si sono trovate alle Piagge per andare oltre la solidarietà, per costruire insieme in città una serie di iniziative antifasciste da qui al 25 aprile, data storica quanto mai attuale, che segna la Liberazione dal nazifascismo.

Hanno deciso di farlo insieme, perché l’antifascismo è un valore supremo per tutti coloro che, impegnati in esperienze analoghe, negli anni hanno conosciuto e apprezzato chi alle Piagge, giorno dopo giorno, ha messo in pratica quei principi sanciti dalla Costituzione nata dalla Resistenza. Insegnare l’italiano agli stranieri, sperimentare nuove forme di credito, vendere prodotti che non sfruttano i lavoratori, impegnarsi per una città più giusta e solidale non vuol dire altro che mettere in pratica la nostra carta costituzionale. Non è un caso che l’invito dell’assemblea piaggese sia quello di non lasciarsi prendere dal folle clima di intolleranza sociale, politica, razziale che avvolge tutto il nostro paese.

N.B. Tutte le realtà interessate a condividere le loro iniziative antifasciste all’interno di quanto delineato dall’assemblea antifascista fiorentina possono segnalarle commentando questo articolo.