Vita da licenziati (il film)

image_pdfimage_print

Una commedia dolceamara sullo sfondo di una Spagna che cresce, a spese dei soliti noti. Le giornate post-licenziamento di quattro amici sopra i quaranta sono raccontate con ironia e commozione dal regista Aranoa, che sposta dall’una all’altra storia lo sguardo umano della sua cinepresa. Santa è il più scanzonato ma anche il più arrabbiato, non accetta lezioni da chi è nato formica e a modo suo si ribella ad una società che alle cicale come lui non dà seconde chances. Lino si presenta a tutti i colloqui, spacciandosi per giovane rampante esperto di computer e fuggendo dagli specchi che gli rimandano un volto estraneo. José lascia scorrere i giorni al bar mentre la moglie lavora per tutti e due… e poi c’è Amador, il più vecchio e disperato, che lascerà in eredità agli amici la coscienza di un legame che non si può spezzare. Malgrado le situazioni drammatiche, il film strappa più di un sorriso e non è mai retorico nel consegnarci il ritratto neorealista dell’Europa del libero mercato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *