Vertenza "Comitati–Regione Toscana" su Rifiuti, Acqua e Grandi opere: il 28 giugno a Firenze

image_pdfimage_print

Venerdì 28 giugno, in Piazza Duomo 10 a Firenze, sede della presidenza della Regione Toscana, avrà luogo il presidio “Cambiamo musica, proposte concrete per un diverso modello di sviluppo in Toscana” organizzato dal Coordinamento dei Comitati popolari per la legge Rifiuti Zero, dal Coordinamento dei Comitati per l’Acqua pubblica, dal Movimento Europeo contro le Grandi Opere inutili e imposte e dal Centro Nuovo Modello di Sviluppo di Vecchiano. Il presidio proporrà al governo regionale una riflessione su:

  • Nuovo Piano regionale Rifiuti Zero
  • Acqua bene comune e rispetto dell’esito referendario
  • Stop alle Grandi opere e al consumo di territorio
  • Un’”altra via” di sviluppo

Durante l’iniziativa, sostenuta anche da Spazi Liberati, dal Comitato No Tav di Firenze, dalla lista di cittadinanza perUnaltracittà e dall’Altracittà – giornale della periferia, interverrano esponenti dei vari Comitati e delle Reti presenti e Francesco Gesualdi, allievo di Don Milani e direttore del Centro Nuovo Modello di Sviluppo di Vecchiano (PI).

Al presidente Enrico Rossi, alla stampa e ai cittadini che parteciperanno verrà distribuito un documento comune sui temi in gioco. Il presidio si colloca all’interno della mobilitazione regionale contro gli inceneritori e i grandi impianti di smaltimento attivi e in costruzione in Toscana. La mobilitazione è sostenuta dalla Rete dei Comitati per la Legge Rifiuti Zero della Toscana in previsione dell’imminente approvazione del nuovo Piano regionale dei Rifiuti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *