Vendita di Ataf, il Comitato: "Tutti dietro a Berluschino, il Pd con Renzi tradisce il referendum"

image_pdfimage_print

Vendita di Ataf: tutti dietro a Berluschino, il Pd con Renzi tradisce il referendum

Ieri il Consiglio comunale di Firenze ha scritto una delle sue pagine più nere. E’ stata approvata la delibera voluta dal Sindaco Renzi che pone le basi per la vendita di Ataf, azienda del trasporto pubblico locale dell’area fiorentina.

Si sono schierati a favore i consiglieri di Pd, Lega Nord, Udc, Fli. Ha votato per la privatizzazione anche il consigliere di Idv Scola in dissenso dalle indicazioni del suo partito. Eros Cruccolini si è astenuto ed è stato “sfiduciato” da Sel.

Hanno votato contro i consiglieri dell’opposizione di sinistra, l’altro consigliere di Idv, il Pdl e la lista Galli.

[youtube]i3tz1fORlSA[/youtube]

Nelle ultime settimane, come ‘Comitato contro la privatizzazione di Ataf- trasporto pubblico bene comune’ abbiamo più volte messo in luce la contraddittorietà di una risoluzione favorevole alla vendita da parte del solo Comune di Firenze. Ad oggi manca una delibera dell’assemblea dei soci proprietari di Ataf che include i sindaci degli altri comuni interessati dal servizio. C’è poi l’incognita della gara per l’individuazione di un’unica azienda del trasporto pubblico locale che sarà promossa dalla Regione Toscana. Ci sono ancora spazi per evitare la svendita di un patrimonio dei cittadini voluta da Renzi e la sua cricca. E’ per questo che il Comitato si schiera con i lavoratori Ataf e continua la sua battaglia in difesa di un patrimonio di tutti i cittadini.

Non possiamo fare a meno di sottolineare di nuovo la gravità di questa delibera. Il Comune di Firenze accetta di privatizzare un’azienda di sua proprietà solo per liberarsi di un problema che ha contribuito a creare (con gli sprechi e la gestione dissennata di anni) e che ora non ha né la voglia né la capacità di gestire. Non c’è alcun “progetto” di miglioramento del trasporto pubblico in città, non esiste un “piano industriale”, un ‘idea di trasporto pubblico al servizio delle esigenze di una città come Firenze.

Ancora più grave è che attorno a questa scelta non solo si forma di fatto una nuova maggioranza Pd-Udc-Lega-Fli, ma si raggira la volontà popolare che si è espressa nei referendum del giugno scorso.

Il Pd fiorentino, che sei mesi fa abbiamo visto cavalcare i festeggiamenti per il sì al quesito per la ripubblicizzazione di acqua e servizi pubblici locali, si adegua per seguire il suo Berluschino-Renzi all’andazzo truffaldino oggi in voga, piena espressione di una cultura politica berlusconiana e di destra.

Verificheremo nei prossimi giorni con i soggetti politici e sociali interessati tutte le possibilità politiche e legali per impedire che si compia questo ennesimo atto di impoverimento di un patrimonio dei cittadini.


COMITATO CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE DI ATAF-TRASPORTO PUBBLICO BENE COMUNE

trasportopubblicobenecomune@gmail.com
http://trasportopubblicobenecomune.wordpress.com/
facebook: Comitato contro la privatizzazione di ATAF “Trasporto pubblico bene comune”
Twitter: @Tpbenecomune

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *