12 dicembre 2018

Un'altra idea da 100 per il sindaco Renzi: "Cambierò i nomi delle vie, decideranno i bambini"

image_pdfimage_print

0 Comments

  1. simone ridi

    Ma quando scrivete gli articoli, lo accendete il cervello? ma quando li pubblicate, possibile che nessuno vi faccia da filtro per capire se quello che state scrivendo è veritiero, completo? Se il vostro articolo ha raccolto le informazioni giuste, o se è solo sensazionalismo?… imbarazzante.

    Reply
  2. maurizio sarcoli

    La rincorsa a trovare nuovi spot elettorali per garantirsi le pagine dei giornali compiacenti e dei tg regionali sta deragliando un in delirio di onnipotenza: il vuoto al potere. In questo tempo di crisi economica di mancanza di lavoro e quindi di attentato ai diritti dei lavoratori (con il ricatto della competizione globalizzata) l’unica cosa di cui io sento bisogno è di sentir parlare di lavoro, di diritti e diritti dei lavoratori: i nomi delle strade di Firenze sono all’ultimo posto nel mio immaginario di traformazione e migliroamento della vita cittadina.
    Questo populista demagogo vanitoso che i miei concittadini hanno votato (io non l’ho votato neanche al secondo turno) mostra nel tempo tutta la sua assenza poilitica (mentre è presente mediaticamente). Le sue presunte idee innovatrici sono queste? Per me questo tardo adolescente arrogante e cinico può tornare a casa e provare a crescere, di bambini egocentrici ne abbiamo avuti anche troppi ultimamente.
    Sentire queste grullaggini sui nomi delle vie da chi si candida a rappresentare un grande aprtito su base nazionale mi fa pensare che l’Italia ma ancora prima gli italiani sono alla frutta, anzi direi che siamo oltre: siamo arrivati all’ammazza caffè.
    Consiglio quindi al sindaco rottamatore e demolitore, annunciatore di progetti epocali che non realizzerà mai: a lui serve o spot (“questa è l’amministrazione del detto fatto”) ma solo per cacciare le bancarelle o pedonalizzare il Duomo, interventi estetici buoni per le foto e le riprese, che incidono sulla vita dei turisti, ma cambiano molto per non per i cittadini di Firenze con i loro seri problemi quotidiani (sono così poco fotogenici).
    Ciao a tutti e buon ferragosto, Maurizio Sarcoli

    Reply
  3. maurizio sarcoli

    Nel precedente commento non ho chiuso il periodo: consiglio al sindaco Renzi di fare festa e liberarci dalla sua opprimente e inutile presenza, ciao, Maurizio

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *