23 settembre 2018

Una legge ammazza-proteste

image_pdfimage_print

Al Popolo della Libertà non piace la libertà del popolo. Per questo sforna una proposta di legge punitiva verso chi osi opporsi ad opere edilizie o urbanistiche facendo ricorso alla giustizia. Se il tribunale gli desse torto, infatti, i temerari sarebbero non solo obbligati a pagare le spese processuali ma anche a risarcire il danno causato dal blocco del cantiere. Considerati anche i tempi della giustizia, è chiaro che le somme potrebbero essere enormi, e mettere in mutande persino le grandi associazioni ambientaliste, figuriamoci i piccoli comitati. Con questa minaccia, chi avrebbe il coraggio di esporsi facendo ricorso, per dirne una, contro il Ponte sullo Stretto di Messina?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *