Un popolo di pace

image_pdfimage_print

Una guerra che ha diviso i potenti e unito i popoli. Francia Germania e Russia si schierano per non attaccare l’Iraq, tutti insieme, senza distinzione politica né razziale si sono coralmente schierati per la pace. Non c’è stata solo l’imponente mobilitazione mondiale del 15 febbraio, che ha visto in piazza 18 milioni di persone, ma anche migliaia di altre iniziative. Ognuno con il suo stile, ognuno con le proprie tradizioni politiche e culturali. Abbiamo visto bambini aprire cortei colorati e giocare gridando pace in coro; le Donne in Nero sfilare silenziose a Belgrado; cortei a Berna, Sofia, Varsavia; un accorato appello contro la guerra è anche arrivato dai veterani dell’esercito degli Stati Uniti. La lista delle buone opere potrebbe continuare all’infinito. Non sarà servita a fermare la guerra ma speriamo almeno che sia servita a noi, a sentirci meno soli e meno inermi di fronte a decisioni sulle quali non influisce mai l’aspetto umanitario, se non umano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *