Un bel posto in fabbrica

image_pdfimage_print

Vi ricordate la Venere Biomeccanica? Vi ricordate l’occupazione della ex Meccanotessile trasformata in cantiere di costruzione per quell’opera?
Adesso i giovani di Netwip hanno uno spazio in cui esprimersi. Il Quartiere 4 ha fatto da mediatore per mettere a disposizione del network, nei prossimi due anni, un fabbricato privato (l’Elettropiù), che in questo momento non viene utilizzato. “Non siamo degli ingenui” precisa Antonio del Netwip, “sappiamo che in tutta l’operazione c’è un rientro politico, ma la situazione inedita, un Quartiere che invita un privato a mettere a disposizione uno spazio per un movimento come il nostro, ci pare allettante”.
I metri quadri da utilizzare sono tanti e si sono già formati i gruppi di lavoro per la ristrutturazione dell’immobile: verrà messo a norma l’impianto elettrico, verrà portata l’acqua e si penserà anche ad insonorizzare il locale. Si conta di partire con gli eventi a fine anno. Non si sa ancora che cosa faranno i ragazzi di Netwip, certo è che già da novembre inizieranno le attività, non solo all’Elettropiù, ma anche in città, dove si sono sempre mossi e da dove non hanno intenzione di sparire.
“In due anni vogliamo dimostrare” conclude Antonio “che si può fare le cose in maniera diversa anche in una città come Firenze, che il mecenatismo posticcio che caratterizza gli eventi in città non è l’unica forma d’arte possibile, e che anzi qualcosa di diverso, di partecipativo, come quello che noi proponiamo, funziona anche meglio.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *