24 settembre 2018

Tutti al rogo!

image_pdfimage_print

Hai abortito? prendi la pillola? hai praticato la fecondazione assistita? sei ateo? gay? transessuale? convivi? prendi la pillola del giorno dopo? …sei donna? Allora al rogo! Brucerai tra le fiamme dell’inferno!
Il 10 dicembre scorso, in piazza Strozzi a Firenze, l’Inquisizione è uscita allo scoperto e ha fatto strage, tantissimi peccatori sono stati bruciati vivi a furor di popolo e… di Papa.
Uno scherzo? No, piuttosto l’ironica performance messa in atto dal Collettivo 8 marzo in occasione della manifestazione pubblica “Più laicità più diritti” organizzata dal Comitato Orgoglio Laico di Firenze. Non c’è stato bisogno di fare tante chiacchiere, distribuire i soliti volantini accompagnati dall’ennesimo altoparlante che grida arrabbiato le “nostre ragioni”: il rogo posto al centro della piazza era più eloquente di mille comizi. Del resto è lo stesso rogo che la Chiesa e la consenziente politica hanno messo al centro delle vite di noi tutti ogni volta che protestiamo contro la prepotenza di un’istituzione che ha la pretesa di controllare le nostre libere scelte.
La manifestazione del 10 dicembre scorso puntava il dito proprio su alcune delle principali interferenze della Chiesa nella vita politica del paese e sui non pochi privilegi ad essa concessi: l’esenzione dal pagamento dell’ICI per tutti gli immobili di proprietà della Chiesa, anche quelli a scopo commerciale, il tentativo da parte del ministro Moratti di reintrodurre a scuola l’ora di religione obbligatoria, le feroci campagne di Ratzinger e Ruini contro l’aborto, la politica discriminatoria nei confronti di gay, lesbiche e transessuali, l’ingiusta opposizione all’introduzione dei PACS, eccetera eccetera..
Che questo rogo stia iniziando a bruciare un po’ troppo terreno intorno a noi? Chi era in piazza Strozzi lo scorso dicembre ha avuto proprio questa impressione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *