Tav, si cercano interpreti per decifrare i progetti

image_pdfimage_print

dal Nuovo Corriere di Firenze

Quegli allegati dati da Ferrovie delle Stato al Comune sul mega progetto dell’alta velocità fiorentina sono di difficile lettura. E non solo perché sono 2922 tavole di disegni tecnici piuttosto complicati, ma soprattutto perché sono fotocopie in bianco e nero. Se ne sono accorti gli uffici tecnici di Palazzo vecchio, il Comune non è nelle condizioni di verificare e controllare gran parte del progetto. Solo grazie alle richieste degli uffici del Comune, che si sono trovati in questa non facile situazione, è stato possibile avere, dopo oltre un mese dalla consegna iniziale, alcuni file delle tavole a colori”.
“E’ davvero difficile per Rfi motivare la consegna di elaborati illeggibili e indecifrabili, per un progetto così importante per Firenze, dove la trasparenza e la informazione devono essere alla base di ogni azione”. “Questi dovrebbero essere gli elaborati su cui gli uffici del Comune e il Consiglio Comunale possono controllare quello che avviene sul proprio territorio e su cui i cittadini possono informarsi – ha concluso Grassi – e sicuramente in questa maniera non si permette ne all’uno ne all’altro soggetto di svolgere le proprie funzioni. Questo è un vero e proprio oltraggio di RFI nei confronti del Comune di Firenze e dei fiorentini, che non può che essere denunciato e stigmatizzato”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *