Tav. A Presadiretta la truffa Tav. E scopre l'inganno Firenze…

18 anni fa è stato presentato per la prima volta il progetto della TAV. Era prevista una spesa di 15 miliardi euro, quasi tutto da capitali privati. I politici dell’epoca, infatti, avevano promesso che l’opera si sarebbe in parte autofinanziata e che il 60 per cento dei quindici miliardi necessari alla sua  realizzazione  sarebbero arrivati da investitori.

[Clicca qui per vedere la puntata di Presadiretta]

La realtà è stata ben diversa: i quindici miliardi sono già diventati 32 e ancora la TAV non è finita. Purtroppo l’alta velocità  è tutta a carico del cittadino che la sta pagando con le tasse perché per trovare i fondi lo stato italiano si è indebitato per decenni. Ci vorranno due generazioni per saldare il debito che ha contratto.

A Presadiretta Alessandro Sortino ha svelato la lunga catena degli appalti e dei subappalti della TAV per cercare le ragioni di questa vera e propria stangata per i conti pubblici.

Da segnalare la vicenda fiorentina, con l’inutile e dannoso tunnel che risschia di far crepare i palazzi di intere strade lungo il tragitto sotto le case, come è successo a Bologna.