Tanghi e milonghe autogestite al CSA

image_pdfimage_print

Lezioni di tango argentino gratuite e autogestite e serate di ballo aperte al pubblico: tutto questo lo trovate presso il C.s.a. nExtEmerson, nell’area occupata di via Bellagio a Firenze.

Il gruppo “Tangosognato” propone questa esperienza già da sei anni, con un successo crescente che ha visto aumentare il numero degli aspiranti ballerini tanto da dover riorganizzare il corso in quattro diversi livelli.

Oltre alle lezioni, il gruppo propone pratiche collettive con tutti gli allievi, nonché le milonghe, serate di ballo aperte al pubblico, sempre autogestite e gratuite, in una grande pista in parquet con spazio bar.

Ogni milonga generalmente è dedicata ad una iniziativa politico-sociale che viene presentata con interventi, volantini, cartelloni, raccolta fondi durante la serata e questo rinforza il legame con il Centro Sociale di cui Tangosognato fa parte.

“Il significato di un corso autogestito di tango argentino – scrivono nel sito – esperienza originale e unica (a quanto ne sappiamo), consiste nella promozione della socialità, del piacere di stare insieme e di collaborare. In particolare, la gratuità si inserisce in un contesto di condivisione delle conoscenze, nell’ambito del Centro Sociale, al di fuori di ogni logica di mercato, in un’ottica di qualità e di libera ricerca, e in aperto e simbolico contrasto con la quotidiana realtà del mondo che ci circonda”.

“Il tango che insegniamo – continuano – caratterizzato dall’abbraccio chiuso, è particolarmente adatto, in quanto da un lato è fondamentalmente comunicazione e rapporto, dall’altro non è immediato, cioè non lo si impara subito, ma richiede molta pratica collettiva, ed una crescita graduale da fare insieme.
Cerchiamo pertanto di trasmettere uno stile principalmente attento alla comunicazione tra i ballerini, che si adatti a ciascuna coppia, più che alla mera esibizione di ciò che si sa fare e che venga praticato nell’assoluto rispetto delle altre coppie in pista, essendo il tango, un ballo sociale.
Questa natura popolare, fresca, comunicativa, naturale è tipica proprio delle origini stesse di questo ballo, che sono certamente popolari ed eterogenee, frutto dell’incontro tra popoli e culture diverse, e della fusione di ritmi e balli di varia natura e provenienza.
Le milonghe dei lavoratori si inseriscono in questo contesto e nascono dall’idea di vivere il tango nella quotidianità, come momento di evasione al termine della giornata lavorativa, differenti dalle serate prefestive nelle ore notturne. In poche parole l’idea è quella di iniziare presto (verso le 20), di mangiare durante la milonga e di finire presto (verso le 23/23.30), in modo tale da consentire il riposo necessario per la giornata lavorativa successiva”.

> La prossima milonga dei lavoratori, con apericena a prezzi popolari, è prevista per mercoledì 21 gennaio.

Per tutte le info sui corsi e sulle milonghe potete vedere il sito http://www.csaexemerson.it/ o telefonare al 333 1148968.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *