Sotto un unico tetto, prima di Roma

image_pdfimage_print

di Marco Sodi*

Sono oltre 10 i pullman che partono dal capolouogo della Toscana e decine e decine sono i pullman che carichi di donne ed uomini vanno verso la Manifestazione Nazionale Antirazzista del 17 Ottobre a Roma. Oltre a Firenze, Prato, Pisa, Siena, Grosseto, Viareggio, Follonica e molte altre sono le città toscane che a partire dal 25 Settembre con la giornata promossa da CARTA dal nome “CLANDESTINO DAY” hanno organizzato carovane antirazziste nel centro cittadino, come a Firenze il 26 Settembre, e cene per autofinanziare i pullman, come avvenuto nel quartiere storico dell’Isolotto l’11 Ottobre… e poi tantissimi  incontri e proiezioni, nei centri sociali come nelle case del popolo, nelle comunità in lotta come sotto le tende antirazziste.
Sì, perchè l’antirazzismo alla toscana ha previsto nel menu che per ben 4 giorni fosse allestita in una ampia piazza nei pressi della Stazione di Santa Maria Novella una Tenda Antirazzista promossa dai tanti italiani ed immigrati facenti parte delle oltre 35 sigle che si sono costituite in Comitato Firenze 17 Ottobre, riconoscendosi pienamente nell’Appello che convoca la Manifestazione Nazionale.
Realtà appunto nazionali come il Centro delle Culture e Socialismo Rivoluzionario, associazioni laiche come l’Arci e religiose come le Comunità di base delle Piagge e dell’Isolotto, sindacati come la CGIL fiorentina ed i Cobas,  forze politiche ed istituzionali come perUnaltracittà, di cui è capogruppo in consiglio comunale Ornella De Zordo, i partiti della sinistra come la Federazione del Prc provinciale,  Sinistra e Libertà, movimenti come il Movimento di Lotta per la Casa e l’Ass. per la Sinistra Unita e Plurale e molte altre associazioni interculturali tra cui l’ass. Contigu Perù, l’ass. Senegalesi in Toscana ed Anelli Mancanti.
Una tenda che è divenuta giorno dopo giorno uno spazio di incontro non solo in senso materiale, ma anche, dato il fitto programma, luogo di confronto serrato e di dialogo, uno spazio plurale e unitario, per dire no ad ogni forma di razzismo, in cui chi ha potuto partecipare ha incontrato attivisti, giornalisti, avvocati, operatori delle associazioni, finalmente ritrovatisi, e non per caso, sotto un unico tetto.

*del Comitato Firenze 17 Ottobre

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *