18 dicembre 2018

Solo tre elettori di Rifondazione su dieci hanno scelto Spini come sindaco. E nessuno del Pd

image_pdfimage_print

Due elettori su dieci tra coloro che hanno votato Rifondazione alle Europee ha poi scelto il candidato di destra Giovanni Galli alle elezioni amministrative. Un altro 25% ha invece dato la sua fiducia direttamente a Matteo Renzi, mente il 16% ha diretto la sua preferenza su Ornella De Zordo. Da questi numeri si evince che solo tre elettori di Rifondazione Comunista su dieci hanno accettato il candidato imposto dal partito Valdo Spini, ovvero colui che il nostro giornale ha definito un bluff per l’elettorato tradizionale della sinistra fiorentina che però stupido non è, e con il voto lo ha dimostrato.

L'analisi del voto fiorentino. [Fonte grafica Corriere Fiorentino]
L'analisi del voto fiorentino. Clicca per ingrandire. Grafica Corriere Fiorentino
E’ quanto emerge dall’analisi completa dei flussi elettorali elaborata dal Cise (Centro Italiano Studi Elettorali) dell’Università di Firenze, che ha realizzato un approfondimento sulle 361 sezioni fiorentine stimando i flussi di voto tra chi ha votato i partiti alle europee e la scelta del candidato sindaco.

Se a questo si aggiunge l’analisi della novità di quest’anno, ovvero che Rifondazione Comunista si presentava con un unico simbolo insieme ai Comunisti Italiani, si scopre che i voti sono passati dai 25.411 complessivi del 2004 ai 4.937 del 2009, un vero e proprio tracollo da addebitare a nostro avviso alle scelte scellerate della dirigenza del partito fiorentino che ha scelto un candidato dal passato politico quantomeno discutibile.

Un passato che diventa presente, se sono vere – e lo sono – le dichiarazioni rilasciate in questi giorni alla stampa da Valdo Spini, pronto a traghettare la sua persona verso lidi più confortevoli dell’opposizione, verso quella maggioranza che molto probabilmente si consoliderà a Palazzo Vecchio dopo il ballottaggio. Spini sta provando infatti in tutti i modi a farsi accogliere dal centro-sinistra fiorentino che eleggerà Matteo Renzi sindaco. Al rifiuto di Renzi di qualsiasi apparentamento «nessun accordicchio» ha dichiarato, Spini ha invocato prima la moral suasion del PD nazionale e oggi addirittura butta l’amo verso Giovanni Galli. Intervistato dalla Nazione a precisa domanda se fallito l’accordo con Renzi, farà apparentamento con Galli, risponde: «Incontreremo Galli e sentiremo, certo noi ci rivolgiamo in particolare alle forze di centrosinistra. Vedremo…».

Dimenticavamo, Spini esercita un fascino particolare anche verso l’elettorato razzista della Lega: il 9% di chi l’ha scelta alle europee lo ha poi votato alle comunali.

Altra rilevazione interessante. Spini è stato definito colui che avrebbe attratto voti dei delusi del Pd: se ciò è successo si sono dimenticati di segnare il suo nome sulla scheda.

0 Comments

  1. Giovanni

    il 20% di persone che vota rifondazione e nello stesso tempo Galli e’ veramente sorprendente. Sarebbe utile capire il ragionamento che è stato fatto per giungere a questo voto “disgiunto”

    Reply
  2. contraria

    Spini resta sempre un politico di alto profilo, e la tattica che sta usando è per far cambiare alcuni punti del programma del candidato del centro-sinistra ( si fa per dire sinistra): no a termovalorizzatore, no a passaggio tram al duomo, no sottoattraversamento, no pista aereoporto ( 12-6 . Nuovo corriere fiorentino pag.9) .
    Mi sembra più proficua la sua tattica anzicchè dire lascio liberi gli elettori dopo essersi riguadagnato il posto in comune, vedi DeZordo. Ecco perchè il candidato -sindaco non vuole fare accordi con Spini, perchè non vuole cambiare il suo programma in questi punti dove è stato ambiguo, tramvia si, tranvia no ecc. tutto questo non interessa anche a voi, alle persone delle PIagge, a Peretola, a Campi, ai Fiorentini? E voi continuate a fare politica di basso livello. Ma fatemi il piacere e vi aspetto all’età di 60 per comparare il vostro profilo con quello di Spini. Peccate di presunzione. Questo tipo di giornalismo non mi entusiasma ne abbiamo già abbastanza fra quelli che parteggiano per Berlusconi.
    Nocentini e Sgherri hanno fatto la scelta giusta. Già la De Zordo a suo tempo in opposizione a Domenici lasciò i suoi elettori a votare per Domenici, senza fare rivedere il programma, ora fa la stessa cosa. E Renzi vi dice grazie. Se si vuole combattere si combatta dall’inizio per il bene dell città e non per fare bella figura all’opposizione ricorrendo ad ogni pien sospinto ai tribunali.

    Reply
  3. Andrea

    A me piacerebbe sapere chi ha votato alle europee Ornella De Zordo.
    Non sono riuscito a trovare nessuna sua dichiarazione in merito.

    Reply
  4. Stefano

    Leggo nomi e cognomi, leggo di persone. Si conosce De Zordo. Si parla di ‘leaders’. Si celebra la fine della politica come ideali(tà), interpretazione/trasformazione del reale, senso collettivo.
    Onestamente Spini o un altro per me cambiava poco o nulla: ho votato un simbolo non un sorriso. Utopia è ciò che sta lontano, irraggiungibile. Ma è proprio ciò che è lontano e irraggiungibile a dare un senso alla nostra vita e a renderla degna di essere vissuta. Il più lontano lo sentiamo vicino come null’altro. L’utopia non è qui. E’ quindi la più concreta delle presenze.

    Reply
  5. roberto

    Galli no ma neanche Spini o Renzi, che è anche peggio!
    Ascoltate mai ISORADIO, 103,3 MHZ in MF? Parlano del traffico stradale.
    Oggi hanno detto più riprese che c’erano quattro chilometri di coda sulla FI-PI-LI, per cantieri e lavori.
    Ma il nostro futuro sindachino, detto Berluschino, nonchè NACHERO, non si è vantato di aver completato la suddetta arteria nei tempi giusti, fino a rendercela finalmente godibile!
    Ma di cosa si vanta costui?
    Se tanto ci da tanto ce lo ritroveremo, quando lo avranno eletto, ogni mercoledì disponibile a riceverci, ma solo per prenderci in giro.
    D’altra parte promettere e mantenere è da gente paurosa, e lui, come D’Alema, non ha paura di nessuno!

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *