Smog, a Firenze il record toscano di sfioramenti. II rione si ribella

image_pdfimage_print

di Tommaso Galgani per L’Unità Toscana

Il rione dello smog record si ribella. E organizza un’assemblea pubblica per analizzare i dati sull’inquinamento e individuare possibili soluzioni al problema. Nella zona di piazza Puccini-San Jacopino un gruppo di cittadini non ce la fa più: «L’aria del nostro quartiere è la più pericolosa di Firenze e della Toscana», denunciano, rifacendosi ai dati della cen tralina Arpat di via Ponte alle Mosse che nel 2012 ha sforato il limite del Pm10 per ben 68 giorni, record di tutte le centratine della Toscana.

L’ASSEMBLEA E LA CENTRALINA – È per questo che la Rete No Smog Firenze ed EquipeGAS (il gruppo d’Acquisto Solidale) hanno organizzato l’assemblea, che è prevista per martedì 9 aprile alle ore 21 nella Scuola media Verdi, in Via Monteverdi. L’incontro pubblico sarà introdotto e coordinato da EquipeGAS e interverranno Massimo Generoso (Isde Medici per l’Ambiente), Gianluca Garetti (Medicina Democratica), Maurizio Da Re (sTraffichiamo Firenze) e Daniel Monetti (Terra!). «L’aria inquinata che respiriamo può causare seri problemi respiratori e cardiaci, soprattutto in bambini e anziani – affermano dalla Rete No Smog e da EquipeGAS -. ma da parte del Comune di Firenze c’è il silenzio totale sul Pm10 presente nella zona Puccini-San Jacopino e misurato dalla centralina dell’Arpat». Eppure, «anche in questo 2013 in via Ponte alle Mosse – continuano – per 29 giorni ci sono stati superamenti del Pm10 nell’aria, ancora record di tutta la Toscana». Tuttavia, ricordano le associazioni ambientaliste, quella viene considerata «una centralina “di traffico” e non conta, secondo il Comune, che si basa solo su quelle “di fondo” dei giardini di Boboli e di viale Bassi, per prendere dei provvedimenti antismog. Intanto nel quartiere i cittadini sono respirano aria inquinata».

LA PIAZZA RIFATTA – La Rete No Smog tira fuori anche il caso della piazza, appena rifatta dal Comune, di San Jacopino. Ci sono voluti mesi di lavori (rotatoria, portabiciclette, sedute singole, fioriere, dissuasori della sosta, nuova illuminazione), che hanno fatto arrabbiare per i disagi residenti e negozianti ma anche reso la zona più amena. Ma per la Rete No Smog non basta sul fronte della lotta all’inquinamento nel quartiere: «Il Comune si limita a rifare piazza San Jacopino, un intervento costoso e inutile perché non serve a migliorare la qualità dell’aria e a ridurre il traffico nella zona»

***

La RETE NO SMOG FIRENZE composta da Città Ciclabile, Italia Nostra, Medici per l’Ambiente, Medicina Democratica, sTraffichiamo Firenze,Terra! ed EquipeGAS.noblogs.org sono lieti di invitarti all’INCONTRO PUBBLICO dal titolo:

L’ARIA DEL NOSTRO QUARTIERE E’ LA PIU’ PERICOLOSA DI FIRENZE E DI TUTTA LA TOSCANA
che si terrà il giorno MARTEDI’ 9 APRILE alle ore 21,00, presso i locali della Scuola media Verdi – Via Monteverdi.
I dati rilevati dalla centralina ARPAT di via Ponte alle Mosse da anni sforano i limiti consentiti: l’aria che respiriamo può causare seri problemi respiratori e cardiaci, soprattutto in bambini e anziani.
Incontriamoci per parlarne e proporre soluzioni.
Introduce e Coordina EquipeGAS
Intervengono
Massimo Generoso (ISDE Medici per l’Ambiente)
Gianluca Garetti (Medicina Democratica)
Maurizio Da Re (sTraffichiamo Firenze)
Daniel Monetti (Terra!)

0 Comments

  1. Pingback: Smog, a Firenze il record toscano di sfioramenti. II rione si ribella | L ... | THE eMotioNet | Scoop.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *