13 dicembre 2018

Sfratti, a luglio saranno 50

image_pdfimage_print

Riceviamo dal Movimento Lotta per la casa e volentieri pubblichiamo

Dopo la parentesi elettorale, dopo le inchieste su Ufficiali Giudiziari “corrotti” è ripresa ieri la quotidiana esecuzione degli sfratti. La proroga “governativa” concessa dal governo riguarda unicamente sfratti per finita locazione dove siano presenti persone over 65 anni e portatori di handicap. Sono esclusi tutti gli sfratti per morosità, gli altri sfratti per finita locazione, le inadempienze contrattuali, gli occupanti senza titolo, praticamente solo il 4% degli sfrattati beneficiano della proroga. Solo a Firenze sui 50 sfratti previsti a luglio ben il 70% sono per morosità…
Gli speculatori, i “cannibali” che impongono affitti impossibili continuano a fare il bello e cattivo tempo nella città di Firenze. Per i ceti sociali pìù deboli, siano essi anziani o giovani, cittadini fiorentini o lavoratori/trici migranti le sicurezze di un alloggio diventano miraggi. Nel tempo la protezione istituzionale dei ceti sociali pìù deboli della popolazione è sparita, resta unicamente il soccorso collettivo e la lotta comune per una città diversa.
Saremo anche martedì 7 luglio alle 9 in Via Sidney Sonnino, contro lo sfratto di una donna sola e anziana, e saremo presenti in massa lunedi’ 13 luglio alle ore 21 in Piazza Signoria alla prima seduta del nuovo consiglio comunale contro le politiche di ordine pubblico nei confronti di sfrattati e senza- casa.

il movimento di lotta per la casa  Firenze

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *