21 novembre 2018

Se la “famiglia” ti mette alla porta: sciopero a Dada.net

image_pdfimage_print

Si è svolto oggi lo sciopero di 8 ore dei lavoratori di Dada.net contro il licenziamento di 3 colleghe, deciso dall’azienda per motivi riorganizzativi, come permesso dalla legge Fornero.

Il 28 febbraio scorso, racconta la CGIL in un comunicato, le tre lavoratrici hanno partecipato al consueto “breakfast aziendale”, uno dei rituali più o meno obbligatori del gruppo “dove si mangia il cornetto tutti insieme per far passare il concetto che in azienda siamo tutti una squadra, un team… una famiglia, fatto salvo che dopo nemmeno due ore, quando non servi più, con il cornetto ancora da digerire, in modo asettico e chirurgico ti comunicano che tra 27 giorni, se ti va bene, ma forse meno, sarai in mezzo ad una strada”.

La notizia del licenziamento quasi in tronco delle 3 dipendenti, in un’azienda dove non esistono problemi economici, non ha lasciato indifferenti i lavoratori, che già il giorno dopo hanno scioperato per un’ora e tenuto un presidio in piazza Annigoni, sotto le finestre di Dada.net.

Ma l’azienda – gruppo Buongiorno spa – malgrado successivi incontri e telefonate, non sembra disposta a ritirare o sospendere la procedura di licenziamento, dicendosi tuttalpiù disponibile ad una conciliazione, cioè ad un risarcimento, ma rifiutando qualsiasi ipotesi di soluzioni alternative, come un possibile reimpiego delle dipendenti in altre mansioni.

Da questa indisponibilità al dialogo è nato lo sciopero di oggi, che potrebbe essere soltanto il primo di una lunga serie.

0 Comments

  1. lorenzo

    giovedi 28 febbraio, ultimo giovedi del mese, nella sede di Buongiorno firenze c’e’ stato il consueto Breakfast Buongiorno.
    qualsiasi dipendente Buongiorno della sede di Firenze (come il sottoscritto) puo’ confermarlo.

    Reply
  2. Fra

    Sottoscrivo quanto detto nell’articolo. Il giorno 28 febbraio nella sede di Buongiorno di Firenze si è svolto il consueto Breakfast.

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *