11 dicembre 2018

Scoppia la guerra: tutti giù per terra!

image_pdfimage_print

In questi mesi si è diffusa in modo capillare e oltre ogni immaginazione l’opposizione a livello mondiale all’attacco all’Iraq. Lo hanno dimostrato i 110 milioni di persone scese nelle piazze di tutto il mondo il 15 febbraio, così come gli scioperi, le azioni di boicottaggio, il trainstopping e tutte le iniziative che fin qui si sono susseguite quasi incessantemente.
L’amministrazione Bush, insieme ai suoi alleati, compreso il governo italiano, non sembra rendersene conto, apprestandosi a scatenare una nuova barbarica guerra che produrrà per il 90% vittime civili, nuove miserie, e che aprirà l’epoca della guerra globale permanente. Ciò può avvenire da un giorno all’altro, con o senza l’appoggio dell’ONU, in una cieca follia guerrafondaia.
Riteniamo che il livello di intransigenza dimostrato sia tale da richiedere una mobilitazione generale immediata il giorno stesso in cui avverrà l’attacco.
Invitiamo tutti i cittadini di Firenze che si trovano sui luoghi di lavoro, a scuola, a casa, in ufficio, ad interrompere dalle ore 8 alle ore 11 della mattina successiva all’attacco tutte le attività e tutti i consumi (compresi quelli dell’acqua, del gas e della corrente elettrica).
Invitiamo tutte le persone a scendere nelle strade e a testimoniare la propria opposizione alla guerra.

Invitiamo chi sarà per strada a fermarsi e a partecipare a questa mobilitazione.
Invitiamo tutti ad andare sui viali di circonvallazione, nelle piazze, sui ponti, affinché la propria voce si possa unire alle altre voci.
FERMIAMOCI FIRENZE !!
Noi ci saremo, opponendoci alla guerra con i nostri corpi.
Invitiamo tutti a partecipare alle iniziative organizzate dal Comitato fiorentino ‘FERMIAMO LA GUERRA’ in occasione dello scadere dell’ultimatum e dell’inizio dei bombardamenti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *