Sbilanciamoci!

image_pdfimage_print

La Finanziaria 2004 è alle porte. Una manovra da circa 16, 3 miliardi di euro che verranno recuperati, come scrive il Governo stesso “utilizzando misure una tantum e provvedimenti strutturali di riduzione della spesa corrente, nonché interventi per lo sviluppo per circa 5 miliardi di euro”. Per favorire la ripresa economica attesa nei prossimi mesi in un quadro di stabilità finanziaria, la manovra per il 2004 si propone di:
a) rafforzare le politiche di rilancio degli investimenti soprattutto nei settori delle infrastrutture, della ricerca e dell’innovazione;
b) sostenere la domanda delle famiglie con interventi mirati nel settore della casa ed a favore della natalità;
c) rispettare gli impegni di consolidamento fiscale assunti in sede europea.
Tutti questi buoni propositi tuttavia non quadrano con i tagli alle spese previsti.

“Da un punto di vista metodologico – dice don Vinicio Albanese della Comunità di Capodarco – il Governo nel perseguire la sua politica sciagurata ha usato tre strumenti: negare in continuità la precarietà delle risorse del paese, pubblicizzare dettagli di intervento sociale (un milione a tutti i pensionati, 700 mila dentiere per i vecchi, 1.000 euro dal secondo figlio, la tassazione delle pensioni d’oro, gli asili aziendali) per ottenere comunque consenso e delegare agli enti locali tutti gli interventi concreti di risposta alla popolazione bisognosa, con minore risorse. L’elenco dei tagli, a questo punto, può essere immaginato, sicuri di non sbagliare: i fondi per la non autosufficienza, per la cooperazione, l’associazionismo, l’handicap, gli immigrati, le carceri, per l’infanzia e l’adolescenza, contro l’esclusione sociale, la tossicodipendenza sono stati inesorabilmente tagliati”.

La ricetta alternativa proposta anche quest’anno dalla campagna “Sbilanciamoci!” è una manovra che, con circa 4 miliardi di euro in meno rispetto a quelli previsti, mira ad aumentare la qualità della vita di tutti.

Rete Lilliput con le associazioni aderenti alla Campagna promuove una petizione on-line per chiedere al Parlamento di cambiare la legge finanziaria e spedire a senatori e deputati le cartoline di protesta. È uno dei tasselli della campagna che vuol far sentire la voce della società civile su una serie di provvedimenti ingiusti e senza futuro.

Per saperne di più:
– Per leggere e firmare la petizione: www.sbilanciamoci.org/petizione2003/
– Il testo della finanziaria 2004: http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/finanziaria2004/

Al Sociale tagli…
518 milioni per la cooperazione internazionale, comprensivi dei 100 milioni per il fondo alla lotta all’AIDS e della cancellazione del debito (meno 15% rispetto all’anno passato)
7 milioni per il Fondo tossicodipendenze (meno 50%)
6 milioni per il Volontariato (un terzo rispetto all’anno passato)

…all’Ambiente briciole e insulti
Agevolazioni per il gasolio: 109 milioni agli autotrasportatori per gli sgravi di 6 centesimi per litro
Mobilità ciclistica: solo 500mila euro (nel 2003 erano 10.829.000)
Difesa del mare: 500mila euro in meno
Difesa del suolo: 24 milioni in meno

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *