Sala giochi a Peretola, aprirà malgrado tutto?

image_pdfimage_print

Per la megasala giochi di Peretola sembra ripetersi la storia del Multiplex: malgrado gli stop della Questura, intanto si va avanti a costruire, certi che alla fine la scappatoia si troverà. E’ quanto temono gli abitanti della zona dopo che sono ripresi i lavori di ristrutturazione del fondo Ex-Stefan ed è persino apparsa la scritta “Stardust – Casa da gioco American Bar Ristorante”.
“Il nostro Quartiere è già invaso da sale giochi – commenta Adriana Alberici, consigliera di perUnaltracittà in Consiglio di Quartiere, in prima linea insieme ai cittadini preoccupati – questa sarebbe la seconda grande sala della zona, per giunta a sole poche centinaia di metri da quella in Via Pistoiese”.
Eppure la nuova sala, che aprirebbe proprio di fronte alla sede del Quartiere, non rispetterebbe i limiti previsti dal Regolamento comunale sulle distanze minime dalle scuole, nonché sul divieto di apertura in locali che siano parte di edifici ospitanti civili abitazioni.
“Vista anche la mobilitazione continua dei residenti della zona che non si sono mai rassegnati al progetto previsto – aggiunge Ornella De Zordo – ci chiediamo cosa può essere intervenuto per incoraggiare la ripresa dei lavori e motivare l’affissione di quest’insegna che preoccupa giustamente i cittadini. Forse – proseguono ancora – i gestori intravedono uno spiraglio tra le maglie di ricorsi e sospensive? E il Regolamento allora, che valore ha?”.
Oltre a sottolineare l’impatto sul traffico e sui parcheggi, chi si oppone alla nuova sala lo fa anche e soprattutto pensando alle ricadute sociali, specialmente sui giovani. “Con la mozione che ho presentato – conclude Alberici – si chiede a questa Amministrazione un’assunzione di responsabilità che vada verso bisogni e richieste legittimi dei cittadini, e di effettuare i dovuti controlli per far rispettare il regolamento. Altrimenti è perfettamente inutile che vengano aperti sportelli per contrastare la dipendenza dal gioco d’azzardo, come quello recentemente avviato nel Quartiere 5”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *