Rifiuti: uniti si riduce

image_pdfimage_print
  • l’unica via è impegnarsi per una riduzione “a monte”.
    Come per molte altre cose, anche su questo scottante tema il territorio di Brozzi – Le Piagge diverrà un “cantiere di sperimentazione” grazie ad un progetto presentato dal Quartiere 5, in collaborazione con varie associazioni tra cui Il Muretto, nell’ambito del “Bando di idee per la riduzione della produzione dei rifiuti” lanciato la scorsa estate dalla Regione Toscana. Il progetto è stato ammesso al finanziamento per la bella cifra di 140.000 euro.

    L’idea è quella della “creazione di un circuito per uno sviluppo sostenibile” che permetta in primo luogo ai cittadini di Brozzi e delle Piagge di diventare protagonisti informati e responsabili di un cambiamento di mentalità e di stili di vita, unico sistema efficace per avviare una seria riduzione dei rifiuti. Il progetto riprende iniziative già avviate da tempo con l’intento di svilupparle ed ampliarle: infatti gran parte delle attività previste sono la naturale evoluzione del lavoro che ormai da anni proprio su questo tema viene portato avanti nel quartiere dall’Associazione Il Muretto.
    Ma quali sono queste attività? Come si legge nel testo del progetto “quello che si propone è una rete di interventi articolati su più attività di informazione, educazione, laboratori di riutilizzo, rinascita e recupero di oggetti e materiali, installazione di punti di prelievo di acqua d’alta qualità”.
    Tutte queste azioni proposte dal Quartiere andranno di pari passo con quelle della Coop. Sociale Il Cerro (nata all’interno dell’Ass. Il Muretto) che prevedono l’attivazione di vari laboratori: riparazione biciclette, rammendo e rattoppo, riparazione e restauro, recupero materiali idraulici.
    Per essere ancora più chiari ecco uno schema delle attività previste:
    1) allestimento, in collaborazione col Quadrifoglio e l’Associazione il Muretto, di un centro di documentazione e di informazione sulla riduzione dei rifiuti presso l’ex centro sociale ASL di via della Sala;
    2) laboratori didattici rivolti ai bambini ed ai ragazzi delle scuole della zona con attività ludiche, educative e creative sulla riduzione dei rifiuti, il riuso ed il riciclo, che si affiancheranno ai laboratori gestiti dalla Coop. Il Cerro;

    3) installazione da parte di Publiacqua di un fontanello di acqua d’alta qualità per dare ai cittadini un’alternativa all’acquisto di acqua minerale, con conseguente riduzione dei rifiuti sotto forma di bottiglie di plastica; il fontanello sorgerà nei pressi del Centro di documentazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *