Renzi, ti piace Panorama?

image_pdfimage_print

È un’infame calunnia che il sindaco di Firenze Matteo Renzi sia un criptoberlusconiano infiltrato nelle file del Pd. La sua vicinanza con l’ex direttore di Canale 5 e dei palinsesti Mediaset non deve ingannare. Basta vedere come lo attaccano gli house organ berlusconiani da quando ha deciso di lanciare il guanto di sfida a Bersani.

L’ultimo numero di Panorama, per esempio, è ferocissimo.

Pagina 25, rubrica di Giuliano Ferrara, perfidia pura: Renzi è “fuori dagli schemi usuali, ha idee riformiste, non è forcaiolo, non sogna l’impossibile, è giustamente percepito come un rinnovamento generazionale incarnato, ha un appeal trasversale, è un patrimonio politico dell’opposizione che vuole diventare maggioranza”.

Pagina 26, rubrica di Augusto Minzolini, attacco alzo zero: “Molto attraente, la sua proposta ‘ né con Berlusconi né contro ma avanti ’ è la più dirompente che poteva essere messa in campo in una sinistra che da anni si getta nella scorciatoia dell’antiberlusconismo più cieco, è la sinistra moderata e di governo”.

Pagina 31, rubrica di Giuseppe Cruciani, botte da orbi fino al kappaò finale: Bisogna “fare un tifo sfrenato per Renzi”.

Pag. 72, rubrica di Bruno Vespa, il classico colpo alla nuca: “Ha ragione da vendere Matteo Renzi quando vede una chiave di normalità nella fine del conflitto berlusconismo-antiberlusconismo”.

Chissà perché tutti questi berlusconiani ce l’hanno tutti con quell’antiberlusconiano di Renzi. Noi comunque vorremmo tributargli la massima solidarietà, specie in previsione della mazzata finale: gli imminenti, prevedibili elogi da Fedele Confalonieri ed Emilio Fede.

Fonte: Il Fatto Quotidiano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *