Renzi: "No multisala, uso alternativo per il multiplex di Novoli"

image_pdfimage_print

Di multisala cinematografica al Multiplex non vuole sentir parlare. Ma il sindaco Matteo Renzi si è preso un mese di tempo per trovare una soluzione alternativa all’utilizzo del grande immobile all’angolo fra di via di Novoli e viale Forlanini che, nei giorni scorsi, è stato dissequestrato dalla magistratura. «Sono convinto che insieme all’immobiliare Novoli, proprietaria del palazzo del Multiplex, potremo trovare per la struttura soluzioni diverse dall’utilizzo cinematografico — ha detto Renzi —. Secondo me se i proprietari sono disponibili in un mese possiamo chiudere la questione. E aprire finalmente la struttura a un uso diverso e non come è oggi un catafalco fermo».

DIVERSI gli interrogativi che si pone la capogruppo di «Per Unaltracittà», Ornella De Zordo, molto attiva nella denuncia alla magistratura delle irregolarità procedurali riscontrate durante la costruzione della struttura.
«Nella vicenda del Multiplex andrà a finire che non esistono responsabili?» De Zordo commenta, in particolare, la valutazione del Gip sull’agire in «buona fede» dell’Immobiliare Novoli fuorviata, casomai, da comportamenti ed atti comunali.

«CI CHIEDIAMO come possa essere l’operatore completamente estraneo ad una situazione sicuramente distorta e irregolare che lo ha oggettivamente favorito» ha spiegato De Zordo. Che insiste: «Al momento parrebbe quindi profilarsi una sostanziale non responsabilità degli operatori, peraltro unici indagati mentre il falso in atto pubblico ipotizzato dal Pm a carico del responsabile del procedimento, architetto Gaetano Di Benedetto, è prescritto. Siamo comunque di fronte a procedure irregolari, a cantieri fermi per un anno, ad una incertezza su quello che sarà. Una vicenda che ci mostra ancora una volta la gestione assolutamente negativa dell’urbanistica da parte dell’ex assessore Gianni Biagi e di tutta la precedente amministrazione, che ha provocato danni gravissimi al territorio fiorentino ad al senso stesso di correttezza e trasparenza nei comportamenti amministrativi». L’augurio della capogruppo dell’opposizione allora è che «alle dichiarazioni del sindaco rispetto all’indisponibilità dell’amministrazione di mantenere sale cinematografiche nell’area seguano presto i fatti. Ci aspettiamo che Renzi predisponga da subito le azioni necessarie a destinare quell’immobile ad usi di utilità pubblica e sociale. In questo contesto sarebbe quantomeno curioso che in via Forlanini ripartissero i cantieri per il Multiplex».

NEI GIORNI scorsi il gip del tribunale Angelo Antonio Pezzuti ha revocato il sequestro della multisala e dell’annesso centro commerciale in costruzione a Novoli da parte dell’Immobiliare Sandonato. Il provvedimento di sequestro fu preso il 17 novembre 2008 in esecuzione di un decreto d’urgenza del pm fiorentino Francesco Pappalardo. Secondo il gip non sussistevano le condizioni per mantenere il sequestro preventivo dell’immobile.

Paola Fichera

[Fonte: La Nazione]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *