Referendum elettorale, a Firenze si firma alla festa del PD

image_pdfimage_print

Da stasera alla Festa Democratica di Firenze, al parco delle Cascine, sarà possibile firmare per il referendum abrogativo dell’attuale legge elettorale nazionale.
Il PD metropolitano di Firenze ospiterà infatti l’iniziativa di Libertà e Giustizia che mira ad arrivare alla cancellazione del cosiddetto “porcellum”(la “porcata” di Calderoli).
A partire dalle 19, si potrà firmare allo spazio PD accanto al palco centrale.
La decisione arriva dopo numerose polemiche, divisioni e tentennamenti. Inizialmente infatti il segretario Bersani aveva espresso ostilità verso i referendari, affermando che “il PD le leggi le cambia in Parlamento”. E ancora oggi dentro il partito ci sono posizioni molto diverse.
Il referendum di cui si parla è quello promosso da Arturo Parisi, e si pone l’obiettivo di cancellare la legge di oggi e tornare a quella precedente, il “Mattarellum”. Alcuni ritengono che questo non sarebbe un grande miglioramento: la legge Mattarella, un sistema maggioritario con “correzione” proporzionale, si basava su collegi uninominali, senza scelta per l’elettore. Inoltre dette luogo al proliferare di numerosi piccoli partiti, e all’inganno delle “liste civetta”. Un’altra obiezione al referendum Parisi è che la Corte Costituzionale non accetterà il principio per cui, abolita una legge, sia automatico tornare alla precedente.
La materia è complessa, per non dire rognosa… Serve informarsi e capire bene, con un’avvertenza: per firmare c’è tempo solo fino al 25 settembre.
A questa pagina alcune informazioni utili http://www.linkiesta.it/referendum-elettorale

0 Comments

  1. Franco Ragusa

    Attenzione al referendum che si firma.

    La raccolta di firme per proporre un referendum che abroghi realmente il Porcellum, e cioè i quesiti Passigli, è stata boicottata dal solito ceto politico che pensa solo ai propri interessi di casta.

    Appropriandosi degli stessi slogan, è stata infatti avviata una diversa iniziativa referendaria, che non cambia la sostanza del Porcellum, ma soltanto il nome della legge, proponendo un inutile ritorno al Mattarellum.

    In molti, purtroppo, stanno cadendo nell’errore, e nella convinzione che si tratti della stessa iniziativa, la stanno promuovendo.

    http://www.riforme.info

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *