Razzisteria, un video scomodo

image_pdfimage_print

di Maurizio Sarcoli

Razzisteria: destra estrema nella rossa Toscana” è la videoinchiesta realizzata da Ornella De Zordo e Saverio Tommasi, visibile all’indirizzo web concerti con enormi svastiche sullo sfondo, centri sociali che vendono ritratti del Duce e cappellini “Boia chi molla”. L’inchiesta mette anche in evidenza i rapporti cordiali di vicinanza e collaborazione tra movimenti come Forza Nuova o Azione Giovani con i partiti di governo (non solo Alleanza nazionale ma anche Lega Nord e Forza Italia), che non esitano a sponsorizzare le loro iniziative quando addirittura non vi partecipano. Nella Giunta comunale di Lucca, che ha un sindaco di Forza Italia, è assessore un esponente di Forza Nuova. Nella stessa provincia, a Ponte Buggianese, la festa de La Destra, il partito di Storace e Santanchè, ospita la band nazionalista degli Hobbit, mentre a Colle Val D’Elsa Lega e Forza Nuova sfilano insieme contro la costruzione di una moschea. Per capire che tipi sono i simpatizzanti di questi gruppi, è sufficiente leggere le violente minacce e gli insulti razzisti e sessisti che sono piovuti sui due autori, rei di aver diffuso il video tramite Youtube e altri canali. Inoltre, ignoti vandali hanno danneggiato la serratura dello spazio teatrale di Saverio Tommasi.

La video inchiesta “Razzisteria” è la seconda di una serie che ha visto come primo titolo “Guarire dall’omosessualità”, per cui Tommasi è stato addirittura querelato da una delle persone citate nel documento. Quel video, che raccontava “corsi di guarigione” per omosessuali, è stato rimosso da Youtube, ma può essere visto all’indirizzo http://www.saveriotommasi.it/video/inchieste/guarire-si-deve/.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *