Quel supermarket sulla collina

image_pdfimage_print

Quando ci vuole, ci vuole. Finalmente anche il Galluzzo avrà il supermarket che si merita, il supermarket che mancava. Era talmente necessario che per farlo si è addirittura approvata una variante al piano regolatore, così da permettere la costruzione di un edificio commerciale laddove non si poteva costruire affatto, trattandosi di “zona agricola di particolare interesse culturale” interna al cosiddetto Parco storico della collina fiorentina.
Ma era davvero così necessario, questo supermercato? Tra gli abitanti incrociati nella piazza del Galluzzo le opinioni sono diverse: “Era l’ora, in effetti la coop è piccina!”, “Si spenderà meno e si troverà posto per la macchina”, ma anche “Io mi trovo bene al mercato” e “S’immagina che confusione coi lavori?”.
Quanto a stili di vita e consumo critico, alla faccia dell’apposito assessorato, è difficile applaudire alla scelta della giunta: invece di favorire i prodotti locali e la vita di rione, le merci sfuse e senza imballi inutili e inquinanti, la filiera corta e la sobrietà, si spiana la strada ad una grossa catena distributiva – già “sotto sorveglianza” per comportamenti antisindacali – che con abili sconti e promozioni convertirà tutti agli ortaggi cellofanati e ai gadget mai-più-senza.
Sul versante cantieri, d’altra parte, è da rilevare che l’inizio dei lavori per il nuovo centro commerciale, in parte interrato, è stato previsto per la prossima primavera, proprio quando si comincerà a scavare anche per il cosiddetto bypass, in galleria per quasi la metà del percorso, che dovrebbe liberare il Galluzzo da parte del traffico proveniente da autostrada e superstrada. Alle preoccupazioni di Verdi e Italia Nostra, poco tranquilli nel vedere perforata da tutte le parti una collina così preziosa e delicata, a un sospiro dalla Certosa, si sommano quelle dei cittadini che si chiedono dove passeranno tutte le ruspe, le trivelle e i camion pieni di terra, e anche dove la porteranno, tutta questa terra…
Ma si tratta di ansie ingiustificate: chi ci governa sa bene cosa fare. Fidatevy!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *