Publiacqua, addio investimenti, il 73% degli utili ai privati. Referendum di nuovo tradito

image_pdfimage_print

Riceviamo da Ornella De Zordo e Tommaso Grassi e volentieri pubblichiamo

“Solo il 27% degli utili sono destinati ad investimenti, lo dichiara la stessa azienda Publiacqua Spa presentando il bilancio 2011, mentre in netto contrasto il Cispel denuncia la mancanza di copertura finanziaria per molti interventi urgenti per la messa in sicurezza della rete sul territorio”. Lo affermano i Consiglieri comunali Tommaso Grassi e Ornella De Zordo che aggiungono: “Considerato lo stato in cui versa la rete idrica e fognaria dei 49 Comuni serviti da Publiacqua spa ci sembra che destinare ben il 73 % degli utili del 2011, ovvero 11,5 milioni di euro, ai soci proprietari sia una scelta sbagliata che penalizza il territorio e gli utenti stessi che con le loro bollette hanno prodotto tali utili.”

“Non vorremmo che per coprire i necessari interventi, Publiacqua Spa dovesse ricorrere a linee di finanziamento con le banche, riuscendo nella inarrivabile impresa di:

– non eliminare il 7% dalla bolletta come da referendum,

– non migliorare quanto si potrebbe il servizio idrico,

– mantenere le bollette fra le più care d’Italia.

– continuare a distribuire gli utili ai soci proprietari sia che essi siano Comuni che multinazionali come ACEA.

Complimenti! – concludono i due consiglieri comunali – proprio in linea con i referendum che hanno sancito che dall’acqua non vanno fatti profitti.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *