Prestige Poggetto, bandiera bianca

image_pdfimage_print

capogruppo di Unaltracitta/Unaltromondo, e Anna Nocentini, capogruppo di Rifondazione Comunista, commentando la delibera approvata dal Consiglio Comunale di Firenze sulla questione del “mostro” di via Burci (complesso immobiliare Prestige), che “ha sconvolto l’assetto idrogeologico e provocato danni anche irrimediabili nel sottosuolo e in superficie”. La delibera rinuncia definitivamente al completo ripristino della collina, mentre non verrà effettuato il monitoraggio delle falde idriche e dei movimenti del terreno, né tantomeno ci sarà alcuna demolizione, come invece da anni richiedevano le associazioni ambientaliste e gli abitanti costituitisi nel Comitato del Poggetto, che nell’occasione non è stato neanche consultato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *