Poggio e buca non sempre fa piano

image_pdfimage_print

Armati di pala e catrame, alcuni tranvieri dei Cobas si sono messi in piazza Stazione a tappare un po’ di buche. La singolare protesta di questi autisti dell’Ataf segue la denuncia, vecchia di mesi, di un aumento di malattie professionali (dolori e patologie articolari) provocate dal pessimo stato delle strade cittadine: buche e dossi, uniti a sedili inadeguati, hanno rovinato la schiena a parecchi conducenti. L’iniziativa fai da te ha creato pochi disagi al traffico, ottenendo anzi il sostegno dei passanti a piedi, in bici, o in motorino, tutti per un verso o per l’altro ben consapevoli del problema e ugualmente vittime dello stesso. Dal centro alla periferia, sono tantissime le strade in cui ogni giorno gli autisti fanno più fatica ad evitare gli avvallamenti, per salvaguardare la propria salute e quella dei passeggeri. Tra i danneggiati c’è chi è stato in convalescenza anche per sei mesi, o ha perso l’idoneità alla guida. Ma nonostante le rimostranze, quei sedili non sono stati cambiati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *