Passeggiate urbane. Le Piagge e dintorni. Oltre il degrado ambientale e sociale

image_pdfimage_print

In un’epoca in cui il giornalismo partecipativo sta crescendo, ecco che Massimo Parrini, redattore dell’Altracittà e di Agenzia di Base, ha organizzato per sabato 2 giugno una camminata/inchiesta in uno dei quartieri simbolo della cultura urbanistica scriteriata che ancor oggi continua a colpire la nostra città. Il titolo dell’iniziativa è “Passeggiate urbane. Le Piagge e dintorni. Oltre il degrado ambientale e sociale”. A sostenerla lo Sportello EcoEquo del Comune di Firenze che presenta l’iniziativa con un esplicito invito a conoscere “la volontà di riscatto sociale dei suoi abitanti” e che consentirà ai partecipanti di scoprire come un utilizzo dannoso del territorio può pregiudicare il benessere delle persone che vi abitano. Ecco, tra le altre, alcune delle tappe della passeggiata.
La cosiddetta Palude è un piccolo laghetto incastonato tra le abitazioni delle Piagge. Si tratta di una breve emersione della falda, acqua buona quindi, non stagnante. Gli abitanti e le associazioni della zona da anni ne chiedono una riqualificazione, con la realizzazione di un parco. Le istituzioni, a partire dal Quartiere 5 e dal Comune, non fanno seguire fatti concreti alle tante promesse fatte.
Altra tappa fondamentale è l’inceneritore di San Donnino, che ha emesso per anni polveri cancerogene e rifiuti altamente tossici. I Piaggesi, ma non solo, lo conoscono bene per la sua pericolosità. Una ricerca dell’Università di Firenze ha stabilito che durante il suo funzionamento le patologie legate al linfoma non Hodgkin e ai linfomi del rarissimo sarcoma dei tessuti molli hanno registrato un aumento di rischio di morte del l’84% (per i linfomi) rispetto a quelle che sarebbero le aspettative suggerite dagli standard europei; per quanto riguarda il sarcoma, l’aumento calcolato è del 126%. Oggi, visti i risultati, il Comune vuol costruire a tutti i costi un nuovo inceneritore in questa parte di città.
Tra le soste per conoscere il quartiere non poteva mancare una visita alla Comunità delle Piagge, attiva dal 1995 in un’azione di ‘resistenza’ alle politiche che colpiscono l’ambiente e il territorio ma anche a quelle che offendono la dignità della persona. Una Comunità, quella guidata da Alessandro Santoro, che ha cercato sempre un dialogo costruttivo con le istituzioni ma che spesso ha trovato un muro di gomma costituito da distinguo, promesse vane, se non addirittura indifferenza e ostilità.
Un’occasione, quella offerta dallo sportello del Comune, per conoscere in profondità un quartiere di cui si parla spesso pregiudizialmente. L’appuntamento è per le ore 9 del mattino presso la stazione ferroviaria delle Piagge, in via Lazio. Ai partecipanti la Comunità delle Piagge offrirà un rinfresco e un caloroso benvenuto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *