Parlando di ambiente, a piedi scalzi. Così è se ci pare: 4 incontri alle Cure

image_pdfimage_print

Alessandro Bezzi per l’Altracittà

Prende il via domenica 30 gennaio la nuova serie di incontri promossa dal gruppo “Così è se ci pare”: tavole rotonde, laboratori, esposizioni e cineforum per confrontarsi sul tema dell’ambiente

Alla palestra Kosen (via Confalonieri, zona Cure) prende il via domenica il ciclo di incontri organizzato dai ragazzi del “Così è se ci pare”, incentrato per questa III edizione sul tema dell’ambiente. Una serie di iniziative che prevede conferenze, proiezioni, laboratori sull’educazione ambientale e molto altro. Abbiamo incontrato due degli organizzatori, Ariele e Jacopo, per presentarci meglio la serie di incontri.

“Come nelle edizioni passate – ci spiega il primo – in cui abbiamo provato a confrontarci su temi altrettanto attuali (gli aspetti del continente Africa, due anni fa, e la crisi economica, lo scorso anno), abbiamo cercato di organizzare una serie di incontri che analizzassero più aspetti di un tema in una prospettiva organica. L’idea è di offrire un quadro quanto più completo possibile, sperando che possa dare spunti di riflessione e di confronto. Quest’anno ci siamo impegnati per offrire non solo una gamma di aspetti e di posizioni diverse, ma anche diversi “approcci” al tema (dall’incontro con esperti al laboratorio per bambini, al cineforum) per rivolgersi ad un pubblico quanto più ampio possibile”.

“Ci piace sottolineare”, prosegue l’altro, “lo spirito di collaborazione e la generosità con le quali molte persone ci hanno aiutato nelle scorse edizioni: da chi ci dava una mano a cucinare per la serata di finanziamento agli esperti che hanno avuto il coraggio di mettersi in gioco, sfidando una platea curiosa e diversa da quella abituale delle aule universitarie. Accettando di spiegare argomenti complessi in una palestra di judo, a piedi scalzi, spogliandosi simbolicamente di quei drappi accademici che spesso li avvolgono.
Vogliamo anche ringraziare la palestra che ci ospita: non a caso, il judo è anzitutto un metodo formativo che incentiva occasioni di crescita personale e collettiva, proprio come vorremmo che fossero i nostri incontri”.

“Al di là dell’impellenza che il tema presenta di per sè, uno degli stimoli che ci ha portato a scegliere il tema dell’ambiente è stato l’assistere all’esito del vertice di Copenaghen nel 2009; purtroppo, è stato l’ennesimo fallimento nel cercare di adottare politiche comuni di sostenibilità. Così abbiamo deciso di dedicarci ad un tema certamente complesso ma di ampio respiro, che abbraccia la nostra vita a partire dai nostri comportamenti individuali fino alla politica internazionale”.

L’ecologia, la sostenibilità e le interazioni dell’uomo con l’ambiente sono sicuramente temi di enorme attualità, la speranza è che gli incontri favoriscano una maggiore consapevolezza e suggeriscano anche giuste prassi e piccole buone abitudini quotidiane.

Per conoscere il programma completo degli eventi, scrivete a cosiesecipare@gmail.com o visitate la pagina facebook (accessibile anche per chi non ha un account facebook): www.facebook.com/cosiesecipare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *