Parada a Firenze

image_pdfimage_print

Grazie ad un progetto della cooperativa sociale CEPISS, questa estate saranno ospitati in Italia alcuni dei “ragazzi di Bucarest” legati all’esperienza del clown francese Miloud Oukili e all’attività della Fondazione Parada (http://parada.ifrance.com/parada/). Oukili dal 1992 attraverso la sua professione di artista di strada ha permesso a centinaia di ragazzi di “uscire dalle fogne” (non esistono statistiche precise, ma a Bucarest sono migliaia i bambini senza casa nè famiglia che trovano rifugio nelle fogne) e da una condizione di emarginazione e forte degrado sociale. La tournèe del 2003 nasce proprio con l’intento di sensibilizzare e approfondire la conoscenza delle problematiche dei ragazzi di strada di Bucarest, ed è coordinata a livello nazionale dal consorzio Coopi, e a livello locale da vari gruppi (nel territorio fiorentino se ne occuperà la cooperativa sociale Cepiss). Sarà inoltre un’ottima occasione per far socializzare i giovani rumeni con i giovani locali, attraverso uno scambio educativo e culturale. Il gruppo è composto da otto ragazze e un ragazzo, di età compresa tra i sedici e i vent’anni, con differenti storie personali, che stanno ora svolgendo un percorso educativo e orientativo all’interno delle attività svolte dalla Fondazione Parada a Bucarest. I ragazzi arriveranno in Italia il giorno 15 giugno e saranno ospiti a Firenze dal 13 al 21 luglio. Gli spettacoli si svolgeranno principalmente presso i centri estivi del Quartiere 1 e del Quartiere 4 e presso le strutture legate al Progetto Ciaf sempre del Quartiere 4. Inoltre i “Ragazzi di Bucarest” saranno presenti all’interno del programma di Artestate 2003, in piazza del Cavallaccio, il giorno 17 Luglio alle ore 18.00 per una performance aperta a tutta la cittadinanza.
Tutti, e in particolare gli abitanti dei Quartieri 1 e 4, sono invitati ad ospitare i ragazzi in famiglia, offrendo loro accoglienza e ricevendo in cambio l’opportunità di arricchirsi culturalmente, venendo a conoscenza della storia di questi ragazzi e del loro paese.
Per informazioni e contatti: CEPISS tel. 055-782922 o 339-6713024 cepiss@tin.it Andrea Tognin e Barbara Borelli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *