23 settembre 2018

Nuovi tentacoli per la Piovra

image_pdfimage_print

Traffico illecito di rifiuti, stoccaggio e smaltimento di residui
tossici, ma anche sfruttamento degli animali da combattimento, tratta
di esseri umani e ancora abusivismo edilizio e traffico di reperti
archeologici. E’ questo il mondo vasto e intricato dell’ecomafia, a
cui nel Social forum europeo Libera e Legambiente hanno dedicato un
seminario. Un mondo vasto, intricato e, soprattutto, globalizzato. Sì,
perchè sempre di più questi fenomeni si estendono e si intrecciano tra
loro. Ce l’ha insegnato Ilaria Alpi: la sua morte, ancora da chiarire,
è al centro di un crocevia di traffici che va dalle armi ai rifiuti
tossici. Alle rotte tradizionali – rifiuti da Nor a Sud, animali
esotici da Sud aNord – si affiancano ora nuovi percorsi, che sempre
più interessano i paesi europei. Ma se l’ecomafia si organizza e si
globalizza, istituzioni e società civile sono chiamate a rispondere
sullo stesso terreno. E’ stato don Luigi Ciotti, presidente di Libera,
a lanciare l’appello. ‘E’ necessario unire tutte le forze, creare una
rete europea e mondiale per contrastare questi fenomeni – ha detto – E
avviare un dialogo strutturato con le istituzioni dell’Unione
Europea’. Un appello, il suo, che nel terreno fertile del Social Forum
non può rimanere inascoltato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *