14 novembre 2018

Niente carità dai complici

image_pdfimage_print

  • fondatore di Emergency, non ha accettato i 3 miliardi e mezzo (1,8 milioni di euro) stanziati in suo favore dal governo italiano per far fronte alla catastrofe umanitaria in Afghanistan. “Non accettiamo soldi dagli Stati in guerra. Proprio perché stiamo dalla parte di chi è maggiormente colpito – spiega Gino Strada – preferiamo non accettare alcun contributo da parte di un governo che ha deciso di prendere parte al conflitto in corso”. Un rifiuto categorico, a quella che appare agli occhi di molti come una carità spicciola, una politica del bastone e della carota. Non bastano i 3 miliardi ad Emergency, o gli altri 70 che il governo italiano ha devoluto in favore dell’Afghanistan, a risanare le ferite di questa guerra. Ma soprattutto non serve la guerra per costruire la pace.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *