Mendicanti, De Zordo: "Renzi in continuità con Cioni"

image_pdfimage_print

La capogruppo di perUnaltracittà critica la nuova ordinanza presentata dall’assessore Mattei

“Con la nuova ordinanza contro i mendicanti l’ammiistrazione di fatto si allinea alle politiche securitarie già intraprese dalla scorsa amministrazione”. Lo ha detto Ornella De Zordo nel commentare l’ordinanza “anti-mendicanti” presentata oggi dall’assessore Massimo Mattei.

“Ricordiamo, e rivendichiamo, la grande opposizione politica e sociale e le reazioni di indignazione che il provvedimento di Cioni ha suscitato – ha proseguito D Zordo – riteniamo grave che si scelga di continuare sulla stessa strada, con un assurdo accanimento punitivo che colpisce chi per lo più è vittima di situazioni di disagio e povertà. Disagio e povertà che crescono, con una crisi che si fa sentire soprattutto nelle fasce più deboli della popolazione. Meglio sarebbe stato impegnare energie e risorse per cercare di contenere e risolvere i problemi sociali ed umani alla base di comportamenti cosiddetti “marginali”, comportamenti forse da nascondere nella vetrina della “bella Firenze”, senza preoccuparsi delle vite, delle storie, delle difficoltà che stanno dietro ognuna di quelle marginalità.Risulta poi grottesco pensare una nuova ordinanza che ribadisce un regolamento già in vigore. Qualcosa non funzionava? Dubbi di legittimità del Regolamento  o nuovo protagonismo?”

———-

SICUREZZA: RENZI,NO MENDICANTI MOLESTI,MULTE ANCHE SUONATORI
ORDINANZA TEMPORANEA A FIRENZE SANZIONA ANCHE FALSI MIMI
(ANSA) – FIRENZE, 26 NOV – Giro di vite del sindaco di
Firenze Matteo Renzi contro l’accattonaggio e la mendicita’
”molesti e invasivi”. Da domani e per i prossimi sei mesi
sara’ in vigore un’ordinanza che punira’ con multe da 80 a 480
euro anche chi, nei luoghi pubblici o aperti al pubblico,
‘armato’ di strumenti musicali come fisarmonica, mandolino e
chitarre, infastidisce gli avventori di bar o ristoranti, e i
falsi mimi, ovvero coloro che camuffati come i veri artisti di
strada che posano ‘immobili’ nel centro di Firenze, avvicinano i
passanti: in quest’ultimo caso e’ ragionevolmente presumibile,
si spiega, che tutto sia finalizzato a distrarli per facilitare
la commissione, a loro danno, di reati contro il patrimonio.
Multe anche per accattonaggio e mendicita’, ancorche’ non
molesti, vicino o dentro gli ospedali e agli incroci stradali.
L’ordinanza, adottata anche in base ai nuovi poteri conferiti
ai sindaci dal decreto Maroni del 5 agosto 2008, e’ stata decisa
dopo che negli ultimi tempi, specie nel centro della citta’, si
e’ verificata, si spiega, una ”notevole recrudescenza di
fenomeni” legati appunto al mendicare molesto, ovvero non
realizzato con il semplice atto della mano tesa o simili, ma
”accompagnato da altre invasive forme di trasmissione del
messaggio”. Tra le categorie ‘vietate’ indicate nel
provvedimento, firmato dal sindaco, rientrano anche coloro che
chiedono l’elemosina in modo invasivo perche’ utilizzano cani di
grossa taglia, fatti stazionare in strada o sui gradini di
negozi e chiese, o evidenziando malformazioni agli arti o con
grave difficolta’ di deambulazione, per suscitare sentimenti di
pieta’ e provocare la dazione di denaro.
L’ordinanza e’ stata illustrata stamani dall’assessore
comunale al decoro Massimo Mattei e dal comandante della polizia
municipale fiorentina Massimo Ancillotti. Mattei ha spiegato che
l’ordinanza ”non e’ una iniziativa contro i mendicanti ne’ una
svolta securitaria, ma di buon senso”. A Firenze gia’ dal 2008
e’ vietato mendicare distesi per strada, come previsto dal
regolamento di polizia municipale voluto dall’ex assessore di
Palazzo Vecchio Graziano Cioni, padre anche dell’ ordinanza
contro i lavavetri. (ANSA).

0 Comments

  1. Sabatino

    ” Un’ordinanza inammissibile, che crea “conflittualità” e punta il dito contro le parti più deboli della nostra società. Consiglieri e assessori di Provincia e Regione definiscono così l’ordinanza sui Lavavetri in procinto di essere emessa dal sindaco di Roma Gianni Alemanno”
    Questa è una delle tante dichiarazioni che ho letto nei giorni passati da parte di esponenti del PD romano, evidentemente il PD ha dei problemi di schizofrenia…a Roma no e a Firenze si? ci spieghino la differenza per piacere. Grazie

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *