Manca il codice fiscale, niente esame di stato

image_pdfimage_print
Il caso di una ragazza ucraina esclusa dalla prova di maturità a Napoli. Quando entrerà in vigore il pacchetto sicurezza sarà anche peggio.

Non ha il permesso di soggiorno e nemmeno il necessario codice fiscale e quindi non può sostenere l’esame di maturità. E’ successo a Napoli a una ragazza originaria dell’Ucraina, come si legge nell’articolo del Mattino in allegato. Il codice fiscale è necessario per l’iscrizione all’anagrafe studentesca, ma una persona senza documenti…

La questione si potrà forse risolvere – forse – ma niente paura: presto entrerà in vigore il pacchetto sicurezza e casi del genere non accadranno più. Nel senso che i “senza documenti” a scuola non ci metteranno proprio piede, se non vogliono rischiare la denuncia all’autorità giudiziaria per il reato di “clandestinità”. Una denuncia che per insegnanti e dirigenti scolastici sarà di fatto obbligatorio, trattandosi di pubblici ufficiali tenuti a denunciare ogni violazione di legge di cui vengano a conoscenza.

Il diritto allo studio, nell’Italia degli anni 2000, è subordinato all’origine nazionale, al possesso di carte e permessi etc etc. L’uguaglianza fra le persone nei diritti riconosciuti dallostato non ci sarà più.  Per legge.

[Fonte Assemblea Autoconvocata]

0 Comments

  1. Ely

    Ritengo che sia giusto cosi’! un clandestino non e’ ne’ carne ne’ pesce, non puo’ avere collocazione privo di documenti di identificazione e come mai in tanti anni non hanno richiesto il permesso di soggiorno i genitori? e se si come mai non l’hanno ottenuto? che se ne fa’ di un foglio di diploma se non puo’ qualificarsi, dare un nome e poi pretenderebbe anche di frequentare l’universita’! Le leggi vanno rispettate da chiunque e senza buonismi ne’ pietismi! come io o chiunque altro italiano, devo qualificarmi per qualsiasi azione compio, come io o qualsiasi altro italiano devo pagare per qualsiasi cosa voglio, come io italiana o qualsiasi altro italiano devo girare con un documento di identita’ e mostrarlo a richiesta, cio’ deve essere applicato a chiunque entri e voglia risiedere nel nostro paese! due pesi e due misure non sono accettabili….. la legge deve essere eguale per tutti! un saluto

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *