Mai fidarsi degli esperti

image_pdfimage_print

L’autorevole professor Umberto Veronesi recentemente sta spendendo molte energie per rassicurare i cittadini sulla non pericolosità degli inceneritori. Non solo cita fior di studi scientifici, opportunamente interpretati. Si è spinto fino a dire che gli impianti di ultima generazione sono assolutamente sicuri e che non comportano rischi di insorgenza di cancro per chi abita nei pressi. Ma qualsiasi scienziato serio sa che un’affermazione del genere non ha fondamento. Ci vogliono anni, decenni di studi epidemiologici per poter escludere questo rischio, e visto che stiamo parlando di impianti nuovi, non c’è stato proprio il tempo di farli. Perché Veronesi butta là con disinvoltura queste false certezze, facendo leva sulla sua credibilità di esperto con il pubblico della prima serata? Una possibile risposta la troviamo spulciando tra gli sponsor della Fondazione Veronesi: importanti aziende dei più vari settori, per esempio la multinazionale francese Veolia Environnement, che fra le altre cose costruisce inceneritori, ma anche Acea, che pure ha nel settore qualche interesse. Dove finisce lo scienziato e inizia l’uomo d’affari?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *