Luzzi, apertura della Regione verso l'uso pubblico dello stabile

image_pdfimage_print

«La vicenda del Luzzi si concluda presto e bene, garantendo lo svuotamento dei locali e innescando percorsi di inserimento abitativo e lavorativo in collaborazione con gli enti locali e la società civile del territorio toscano.» Con queste parole l’assessore alle politiche sociali Gianni Salvadori ha concluso l’incontro con una delegazione di occupanti del Luzzi e del Movimento di lotta per la casa che stamattina sono giunti presso la sede della presidenza della Regione in Piazza Duomo per avere rassicurazioni sul loro destino. L’assessore Salvadori ha anche ripreso quanto affermato di recente dal presidente Claudio Martini sulla destinazione urbanistica dell’intero plesso ex-ospedaliero, ovvero che «saranno impediti usi diversi da quelli pubblici attualmente previsti.»

«Il governo regionale auspica una soluzione non vi olenta, graduale e senza nessuno sgombero forzato per chi vive oggi presso l’ex ospedale Luzzi» – ha ribadito Salvadori. «Entro un mese la presidenza della Regione convocherà i comuni interessati, la Fondazione Michelucci, il dipartimento di urbanistica dell’Università di Firenze e gli assessori regionali competenti per fare il punto della situazione e verificare le idee che sono state elaborate per la sistemazione dell’intera area che comprende vari edifici e un grande parco. Nel frattempo sarà ristabilito il servizio di scuolabus per i bambini iscritti a scuola e sarà allestito un luogo di culto per garantire una preghiera dignitosa alle persone che vivono nella struttura», ha concluso Salvadori.

[Fonte: Toscana Notizie]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *